Responsabile marketing turistico cercasi: candidature fino al 19 aprile

Responsabile marketing turistico cercasi: candidature fino al 19 aprile

La Dmo Dolomiti cerca un responsabile marketing da inserire nel piano “Vivere le Dolomiti” e per tutte le iniziative future di promozione turistica. Il bando è già stato pubblicato all’albo pretorio e resterà aperto fino al 19 aprile.

Si tratta di una procedura di selezione per titoli ed esami, per un posto da responsabile marketing a tempo indeterminato. I requisiti specifici vanno dall’ottima conoscenza della lingua inglese alla laurea (specialistica o vecchio ordinamento) in discipline umanistiche, marketing, comunicazione, relazioni pubbliche o economia; tra i punti espressamente richiesti anche una precedente esperienza lavorativa, per un periodo di tempo non inferiore a 3 anni comportante lo svolgimento di mansioni analoghe a quelle per le quali è indetta la selezione, nel settore marketing, turismo e promozione, presso Pubbliche amministrazioni, aziende private o in regime di libera professione.
«Quella del responsabile marketing è una figura richiesta dall’assemblea dei soci, che ci dovrà aiutare a sviluppare e completare il piano Eurac “Vivere le Dolomiti” e a portare avanti le azioni di potenziamento che abbiamo già predisposto, lavorando con gli esperti nominati nei mesi scorsi – spiega il consigliere provinciale Danilo De Toni, delegato al turismo -. La pandemia ha cambiato profondamente i meccanismi del mercato turistico e il nuovo scenario, almeno nell’immediato, ci obbliga ad adottare un approccio diverso nella promozione del nostro prodotto, sempre in sinergia con i consorzi turistici delle vallate. Fondamentale sarà il marketing sviluppato attraverso il digitale, declinato con un richiamo forte al mercato interno, almeno fintantoché non sarà archiviata l’emergenza sanitaria».

La selezione della nuova figura infatti verterà non solo sul curriculum, ma anche sulle capacità di impostare linee strategiche di comunicazione e marketing, che saranno poi le mansioni principali a cui sarà chiamato il vincitore del bando (scaricabile dal sito istituzionale della Provincia).

«Non possiamo nascondere che il 2020 e i primi mesi del 2021 sono stati disastrosi per il turismo, eccezion fatta soltanto per agosto e settembre dello scorso anno – conclude il consigliere De Toni -. La chiusura imposta alla stagione invernale ha creato e sta creando diversi problemi alle attività ricettive e commerciali, non solamente alle stazioni sciistiche. Per i prossimi mesi, soprattutto per l’estate, ci auguriamo che sarà possibile riaprire, puntando sulla salubrità dell’aria di montagna e sulla facilità di distanziamento che le Dolomiti bellunesi possono garantire. Il turismo molto probabilmente sarà solo quello di prossimità. E su questo dobbiamo puntare, senza però perdere i contatti già avviati con i soggetti esteri e senza tralasciare l’attenzione verso i mercati già consolidati in altri Paesi, nella consapevolezza che prima o poi si potrà tornare a viaggiare come prima del Covid».

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su