Punti interrogativi sulle scuole. La minoranza chiede e aspetta risposte

Punti interrogativi sulle scuole. La minoranza chiede e aspetta risposte

Come stanno le scuole di Borgo Valbelluna? Domanda semplice, risposta complessa. Perché le strutture scolastiche dei tre vecchi Comuni della Sinistra Piave sono tante. E perché in molti edifici sono stati fatti e sono tuttora in corso lavori di sistemazione. 

Fatto sta che la minoranza ha interrogato ancora a fine novembre e l’amministrazione non ha ancora dato una risposta. Le domande del consigliere Oliviero Dall’Asen erano orientate a effettuare alcune verifiche. Ad esempio: «Nelle scuole di Lentiai il primo piano risulta non accessibile; come mai? La scala di sicurezza della materna di Carve conduce a una finestra e non a una porta: come mai? Al piano terra della scuola elementare di Mel non si accede perché la rampa non è a norma e in occasione delle ultime consultazioni elettorali si sono rovesciate due carrozzine. Al piano superiore della scuola media di Mel non si accede all’aula adibita alle attività extrascolastiche. Alla scuola materna di Villa le scale che conducono al piano primo risultano pericolose». Dall’Asen e il suo gruppo aspettano.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su