Provincia

 

«Gli operatori degli impianti a fune chiedevano una maggiore attenzione al governo: la chiusura dovuta al lockdown unita alla crisi del turismo li ha coinvolti e messi in seria difficoltà. Per questo siamo molto soddisfatti dell’approvazione, in commissione Attività produttive e fiscale, dell’emendamento al decreto Liquidità che ha riconosciuto la proroga di un anno dei termini degli adempimenti tecnici e amministrativi relativi agli impianti a fune in servizio pubblico».

Ad affermarlo è Roger De Menech, attraverso una nota congiunta con i deputati del Partito democratico, Francesca Bonomo e Luca Lotti.

«Gli impianti di risalita, sia nel loro uso classico in inverno, sia per le attività estive - proseguono - sono una risorsa trainante del turismo e hanno avuto dal governo il riconoscimento atteso. Da oggi è possibile tornare al lavoro con maggiore serenità per preparare l'imminente stagione estiva, che col passar degli anni è diventata fondamentale per la sostenibilità degli impianti».

«Per il Bellunese - conclude De Menech - il Governo offre una risposta concreta alle esigenze di un settore cruciale per tutta l’economia del territorio». 

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019