Lentiai, verso la conclusione i lavori al depuratore di Villaghe

Lentiai, verso la conclusione i lavori al depuratore di Villaghe

Nuova vita al depuratore di Villaghe. Sono alla fase conclusiva i lavori di ammodernamento dell’impianto che serve i cittadini di Lentiai di Borgo Valbelluna. Bim Gsp, con un intervento di manutenzione straordinaria del valore di 500 mila euro, ha rinnovato integralmente la struttura e il processo depurativo, rendendo più efficiente il trattamento dei volumi giornalieri in transito e migliorando la qualità dell’acqua restituita in ambiente.

I lavori, avviati lo scorso dicembre, hanno interessato buona parte dell’impiantistica elettromeccanica: nuova la griglia in ingresso, ora a funzionamento automatizzato e con cestello filtrante a pettine rotante per una miglior pulizia dal materiale grossolano trasportato dalla fognatura;  sostituito il carroponte raschiatore nel comparto della sedimentazione finale dove si depositano le parti solide più fini; rifatte integralmente le vasche per l’ispessimento dei fanghi, ora dotate di nuovi macchinari e di apposita piazzola attrezzata per alloggiare un mezzo mobile per la  disidratazione dei fanghi ispessiti; sostituiti i quadri elettrici e le opere elettriche complementari. Strategico, inoltre, il rifacimento integrale del comparto di ossidazione biologica: l’installazione del nuovo sistema con diffusori a microbolle e l’implementazione della logica di funzionamento a cicli alternati consentirà, infatti, di massimizzare l’abbattimento dell’azoto totale allo scarico e di ridurre i consumi di energia elettrica.

«Interventi di questa tipologia – spiega Attilio Sommavilla, presidente di Bim Gsp– portano a importanti benefici al territorio e alle comunità: migliorano il patrimonio infrastrutturale, bene pubblico e quindi di tutti, aumentano la qualità dell’acqua restituita in ambiente, preservano i corsi d’acqua e gli ecosistemi naturali, riducono i consumi e i costi energetici. Essenziale, quindi, investire nell’ammodernamento degli impianti più obsoleti e in particolare nel settore della depurazione, per consegnare alle generazioni future non solo un patrimonio idrico efficiente e in buono stato, ma anche un ambiente vivibile e sostenibile».

Nelle prossime settimane verranno completate le sistemazioni finali. L’opera, cofinanziata dalla Regione Veneto per 200 mila euro, rientra nel Piano d’Ambito recente approvato dall’Assemblea dei comuni e che, fino al 2033, prevede interventi per 215 milioni di euro.

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su