Il Comune punta sul turismo: dopo l’ostello, ecco l’ufficio di informazioni

Il Comune punta sul turismo: dopo l’ostello, ecco l’ufficio di informazioni

Il turismo non è una scommessa. Semmai è un cantiere da costruire mattone dopo mattone. A Sedico il Comune fa da capomastro e investe. Prima con l’ostello di Bribano. Adesso anche con un nuovo ufficio di informazione turistica. 

Sì, perché l’amministrazione Deon ha intenzione di aprire uno Iat. La richiesta è già stata formulata alla Regione Veneto. Messa nero su bianco e inviata a Venezia a fine dicembre. La risposta è arrivata qualche giorno fa ed è già stata ratificata dalla giunta comunale, con tanto di convenzione tra Comune e Regione per la futura gestione. La sede sarà quella della Pro Loco, in via Segato 2. Quindi, mancano solo i dettagli, poi la promozione e l’informazione turistica potranno partire a tutti gli effetti.

Si tratta di una mossa importante non solo per Sedico, ma per l’intera Valbelluna. Anche perché c’è sempre in ballo il progetto di una grande ciclabile lungo il Cordevole, da Bribano verso le Antiche Rogge e poi su fino ad Agordo. 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su