Finale innevato a Cesiomaggiore: trionfa il Gs Castionese

Finale innevato a Cesiomaggiore: trionfa il Gs Castionese

Epilogo in bianco per il campionato provinciale di corsa campestre legato al Centro sportivo italiano (Memorial Serafino Barp – Trofeo AlpenPlus). La quarta e ultima prova, andata in scena a Cesiomaggiore (sotto l’organizzazione dell’Us Cesio), si è svolta su un campo gara innevato, in seguito alle precipitazioni dei giorni scorsi. Un colpo d’occhio suggestivo per l’evento cesiolino, rinviato due volte a causa del maltempo: quattrocento i concorrenti ai nastri di partenza. Qualche problema di stabilità in più, soprattutto nei tratti tecnici, ma nulla che abbia pregiudicato il regolare svolgimento della manifestazione. Davanti a tutti, ancora una volta, il Gs Castionese: la “corazzata” del presidente Enzo Bortot ha vinto la graduatoria per società complessiva e quella giovani, mettendo dunque il sigillo definitivo nella classifica finale per club. Tra le donne. l’agordina Manuela Bulf è riuscita a mantenere la leadership e a imporsi con una decina di secondi su Laura Mazzoleni Ferracini e Nikol Marsura, mentre fra gli uomini Mihail Sirbu ha preceduto per 11 secondi Luca Cagnati.  

CLASSIFICHE
Finale a squadre complessiva: 1. Castionese punti 3322; 2. La Piave 2000 2147; 3. Virtus Nemeggio 1756.
Finale a squadre giovanile: 1. Castionese punti 2086; 2. La Piave 2000 1902; 3. Polisportiva Santa Giustina 1279.
Finale a squadre categorie assolute: 1. Atletica Lamon punti 1251; 2. Castionese 1236; 3. Astra Quero 957. 

NUOVI CAMPIONI PROVINCIALI
Cuccioli: Nina Cima (La Piave 2000) e Michael Boschet (Us Cesio). Esordienti: Lucia Turrin (Enal sport Villaga) e Gabriel Da Canal (La Piave 2000). Ragazzi: Angelica Balest (Polisportiva Santa Giustina) e Marco Menia Cadore (Cstionese). Cadetti: Lucia Arnoldo (Atletica Zoldo) e Lorenzo De Fanti (Castionese). Allievi: Beatrice Da Rin Monego (Atletica Lamon) e Patrick Da Rold (Castionese). Juniores: Laura Mazzoleni Ferracini (Castionese) Raffaele Teza (Atletica Zoldo). Seniores: Meryl Pradel (Atletica Lamon) e Mihail Sirbu (Castionese). Amatori A: Manuela Bulf (Atletica Agordina) ed Elia Costa (Atletica Zoldo). Amatori B: Silvia Vecellio (Giocallen Atleticadore) e Livio De Paoli (Atletica Trichiana). Veterani A: Consuelo De Bortoli (Castionese) e Lucio Fregona (Astra Quero). Veterani B: Luigina Salvagno (Castionese) e Dante Passuello (As Pozzale). 

UNIONE TRA GENERAZIONI
Ora il movimento della campestre targata Csi attende le prove regionali che daranno il lasciapassare per il Campionato nazionale: in questo senso, le società bellunesi e feltrine partono con ambizioni non da poco. Ma, in attesa dei prossimi impegni, i due comitati Csi si godono questo successo: «Ancora una volta il Provinciale ha fatto centro», afferma la presidente del comitato di Belluno, Nicoletta Castellini. «Quello dell’atletica, e in particolare della campestre, è uno dei punti di forza del nostro comitato e di quello di Feltre. I numeri sono in aumento rispetto al passato, a conferma che la formula piace, ma soprattutto che le società dei diversi territori lavorano bene: insieme ai ragazzi e non solo. L’unione tra generazioni diverse è una delle cose più belle del nostro movimento sportivo, il cui obiettivo è legato alla crescita complessiva della persona».
Ora in calendario c’è un altro appuntamento: sabato 21 dicembre, infatti, è in programma il Natale dello Sportivo. La tradizionale iniziativa di fine anno si svolgerà a Pieve di Cadore, nella parrocchiale prima, nella sede della Magnifica comunità poi. Sarà l’occasione per ripercorrere un anno di sport, oltre che di vita associativa. E per premiare atleti e società.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su