Fair play Madiotto: “rifiuta” un rigore e si accusa del fallo. Ma il Belluno cade

Fair play Madiotto: “rifiuta” un rigore e si accusa del fallo. Ma il Belluno cade

UNION CLODIENSE-BELLUNO 1-0 

GOL: st 35’ Cuomo. 

BELLUNO (4-3-1-2): Dan; Quarzago, Benedetti, Sommacal, Petdji; Olivotto, Bertagno, Chiesa; Masoch; Madiotto, Corbanese. Allenatore: D. Zanin. 

ARBITRO: Domenico Leone di Barletta (assistenti: Moretti di San Benedetto e Di Meo di Nichelino). 

Paradossalmente, il risultato passa quasi in secondo piano. Perché in vetrina non può non finire il gesto di fair play di Giovanni Madiotto: siamo in apertura di ripresa e il risultato è ancora bloccato sullo 0-0, quando l’arbitro assegna un penalty a favore del Belluno. Galeotta una mano in area: di un difensore della Clodiense? No, proprio di Madiotto. Il quale ammette l’infrazione e suggerisce al direttore di gara di invertire il fischio: non più rigore per i gialloblù, bensì punizione per i padroni di casa. Chapeau. E, soprattutto, standing ovation dell’intero stadio per un gesto di straordinaria sportività.

Poi, però, il calcio sa essere crudele. E l’atto di fair play, al Belluno, porta parecchi applausi, ma nessun punto: a 10’ dal termine, decide Cuomo. E l’intera posta in palio va alla Clodiense: «Un bel gesto, quello di Giovanni, peccato che lì sia cambiato tutto – afferma mister Diego Zanin -. E dispiace perché avevamo giocato una buonissima partita. Tuttavia, essere belli e onesti non basta: uscire con una sconfitta da questa sfida è motivo di grande rammarico». Un’altra beffa, dopo quella di Carlino. Anche se in Friuli era maturato un pareggio, mentre a Chioggia i gialloblù si ritrovano a mani vuote: «Ci vuole più furbizia – riprende il tecnico gialloblù -. E questo non significa prendere in giro l’avversario. Tuttavia, non possiamo nemmeno vanificare ciò che di buono facciamo». 

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su