Dal gelo e ghiaccio alla vita che rinasce: la leggenda della primula

Dal gelo e ghiaccio alla vita che rinasce: la leggenda della primula

Tanto tempo fa, l’Inverno non aveva alcuna intenzione di andarsene. 

Voleva che la terra rimanesse al freddo per sempre ed è per questo che chiese aiuto all’amico Gelo. Gli disse di ricoprire la Primavera di ghiaccio, nel momento in cui si fosse appoggiata sulla terra.

Gelo obbedì e Primavera si spaventò a tal punto che rimase chiusa in casa. Bufere di neve si abbatterono per giorni sulla terra, mentre gli animali non trovavano più cibo. Una rondine coraggiosa decise allora di chiedere aiuto al Sole che se ne stava sopra le nuvole.

Ma il Sole non poteva riscaldare il pianeta senza l’aiuto di Primavera. Domandò quindi alla rondine di portargli dei semi: avrebbe dato tutto il calore di cui fosse capace in quel momento.

Così fece e la rondine, tornata sulla terra, bussò alla porta di Primavera, che aprì. Era completamente ricoperta di ghiaccio: a quel punto, l’uccello fece cadere i semi ai suoi piedi e tornò al nido. Piano, piano il ghiaccio cominciò a sciogliersi e comparvero dei fiori: gialli e bellissimi.

Erano forti: avevano sconfitto Inverno e Gelo. E Primavera ritornò a sorridere.

Le chiamarono primule. Era il principio della bella stagione, della vita che rinasce.

E fu così che, da quel giorno, le primule sbocciano alla fine dell’inverno e annunciano l’inizio della bella stagione.

Alla prossima!

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su