Urla, bestemmie e musica a palla: incubo notturno per gli inquilini

Urla, bestemmie e musica a palla: incubo notturno per gli inquilini

È finito l’incubo per una donna e per gli inquilini di un edificio del Comelico.

I Carabinieri del nucleo investigativo, nei giorni scorsi, hanno fatto scattare la misura provvisoria di sicurezza della libertà vigilata (un anno la durata) nei confronti di un cinquantenne della zona. 

Nella sua palazzina, e per l’intero 2019, l’uomo ha mantenuto una condotta ben poco in linea con la convivenza civile, tra urla, bestemmie ad alta voce e musica a tutto volume. Perfino di notte. Inevitabile l’esasperazione di molti condòmini. 

Ma non è finita qui, perché il cinquantenne comeliano ha reso la vita difficile anche a una trentenne del luogo, tempestata di sms – sia minacciosi, sia “affettuosi” – lettere d’amore e regalini. La ragazza è stata seguita, spiata e si è trovata di fronte lo stalker pure al lavoro.

Da qui, l’intervento dei Carabinieri: l’uomo è stato accompagnato in una comunità terapeutica.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su