Troppi rinvii: il campionato di serie D si ferma per i recuperi

 

Anche la serie D si ferma. Non fino a gennaio 2021, come nel calcio dilettantistico dall’Eccellenza in giù, ma per quasi un mese. E riprenderà il 29 novembre.

Si ferma? Sì, ma non del tutto. Perché questo periodo sarà utilizzato per recuperare le diverse gare saltate nell'ultimo periodo. 

Vale la pena entrare nel dettaglio. 

Domenica 15, l'Union Feltre affronterà l'Arzignano allo Zugni Tauro, mentre il Belluno sarà ospite del Montebelluna. Feltre in campo anche mercoledì 18, a Trento contro una delle corazzate del girone e fra le principali candidate al salto di categoria. E domenica 22 sarà tempo di derby: San Giorgio Sedico-Union Feltre.

Poi, il 29 si ricomincia seguendo il calendario. Se il Covid lo permette.

 

Salta il derby di Sedico. E nemmeno il Belluno va a Montebelluna

 

Turno infrasettimanale di campionato. Ma non per tutti. Non per San Giorgio Sedico e Union Feltre: le due squadre, infatti, avrebbero dovuto affrontarsi nel derby, questo pomeriggio. Solo che il Covid ha bussato alla porta feltrina e i verdegranata non possono scendere in campo. 

Tutto rimandato, quindi. E lo stesso vale per il Belluno, costretto a saltare la trasferta di Montebelluna contro il suo vecchio allenatore: Daniele Pasa. Questo perché due calciatori della prima squadra sono in isolamento domiciliare fiduciario, visto che nelle loro famiglie sono emersi dei casi di positività. 

 

Corbanese ancora in gol, ma la Clodiense pareggia al 91’

BELLUNO-CLODIENSE 1-1

RETI: st 38’ Corbanese, 46’ Ndreca.

BELLUNO: Peterle, Gjoshi, Petdji, Masoch, Sommacal, Chiesa, Posocco (st 32’ Salvadego), Bertagno, Corbanese, Quarzago (st 36’ Band), Cescon. All. Lauria. 

 

Il Belluno infila il quarto risultato utile consecutivo. Ma sorride solo a metà. 

Perché in vantaggio di un gol, e in superiorità numerica da metà ripresa, si è visto raggiungere in pieno recupero dalla Clodiense: decisiva la deviazione sotto porta di Ndreca, entrato solo da 5’. 

In precedenza, al 38’ del secondo tempo, a trovare la via della rete era stato il solito Simone Corbanese, già a quota 4 in campionato: cross dalla destra di Gjoshi e deviazione vincente del Cobra. 

Nel complesso, il pareggio è giusto e contribuisce ad allungare la striscia positiva. Anche se l’epilogo lascia un retrogusto velatamente amarognolo. 

 

Calcio dilettantistico: si riprende in gennaio, poi playoff e playout

 

Sui campi di Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza categoria il pallone non rotolerà più. Non in questo 2020. 

Se ne riparla con l’inizio del nuovo anno solare. Il Comitato regionale della Figc, infatti, ha varato un piano per provare a condurre in porto i vari campionati. 

In questo senso, il mese di gennaio sarà dedicato ai recuperi, mentre il 7 febbraio riprenderà la stagione regolare. Attenzione, però: si arriverà solo alla fine dell’andata. Le gare di ritorno non si giocheranno: non ci sarebbe il tempo. 

Così, l’ultima parte dell’annata calcistica sarà dedicata a playoff e playout, per sancire promozioni e retrocessioni. Covid permettendo. 

 

Lo scialpinismo sale in Marmolada: «Ragazzi motivati, ottimo raduno»

 

Raduno in quota per la squadra regionale dello sci alpinismo. 

Otto i ragazzi e le ragazze presenti in Marmolada agli ordini del nuovo allenatore, l’agordino Alessandro Follador. «Siamo saliti da Pian dei Fiacconi e ci siamo concentrati su un circuito per velocizzare i cambi» spiega il tecnico agordino. «Abbiamo lavorato, davvero bene, per tutta la mattinata, conclusa con una bella discesa fuori pista. Ho trovato dei ragazzi motivati. Il prossimo raduno è fissato tra quindici giorni sempre in Marmolada, l’unico luogo in cui al momento è possibile allenarsi».

 

San Giorgio, buona la prima di Tiozzo: punto d’oro contro l’Este

 

Un punto preziosissimo. Perché ottenuto contro una formazione d’alto rango, come l’Este. Per di più in trasferta, in terra padovana. E in inferiorità numerica (espulso Parise a ridosso dell'intervallo), con tanto di svantaggio iniziale.

Insomma, alla fine il San Giorgio Sedico può davvero gioire per un pareggio (2-2) che muove la classifica. E regala a mister Luca Tiozzo un esordio felice sulla panchina biancorossoceleste.

Per quanto riguarda la sequenza dei gol, è l’Este a rompere il ghiaccio con Farinazzo, poco dopo la mezz’ora. Ma, a metà ripresa, si scatena Agostino Marcolin, autore di 2 gol nello spazio di 6’. L’ultima parola, però, spetta ai padovani, che trovano il 2-2 all’80’, grazie a Cardellino.

«Buona prova - è il commento del direttore sportivo, Moreno Della Vecchia -. Con un uomo in meno e sotto di una rete, siamo stati bravi a rimetterla in piedi».

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019