Sindaci al fianco di Liliana Segre: «L’odio non ha futuro»

Sindaci al fianco di Liliana Segre: «L’odio non ha futuro»

È sopravvissuta ai campi di sterminio nazista. E ora vive sotto scorta, in seguito alle continue e ripetute minacce di stampo antisemita. Ma Liliana Segre non è sola. E la conferma è arrivata da Milano, dove più di seicento sindaci hanno dato vita a una marcia di solidarietà per dire no all’odio, al razzismo e a qualsiasi forma di intolleranza e sopruso. 

OGNI COLORE POLITICO 

Nel lungo serpentone di fasce tricolori, non è mancata un’ampia rappresentanza bellunese: a completare il tragitto da piazza Mercanti a piazza della Scala c’erano Jacopo Massaro (sindaco di Belluno), Paolo Perenzin (Feltre), Roberto Padrin (Longarone), Camillo De Pellegrin (Val di Zoldo), Franco De Bon (San Vito di Cadore) e Pierluigi Dal Borgo (assessore del Comune di Ponte nelle Alpi). Primi cittadini e amministratori «di ogni colore politico e da ogni parte d’Italia – ha commentato Massaro, attraverso il suo profilo Facebook -; da destra a sinistra, dal nord al sud. Siamo tutti rappresentanti di comunità fatte di cittadini con sensibilità diverse e con le necessità più varie, ma uniti da una necessità comune: che i nostri figli crescano in un clima di pace e di democrazia, non di odio o sopraffazione. Abbiamo accompagnato Liliana Segre, una delle poche testimoni viventi dell’odio perpetrato nei campi di concentramento, in spregio alla vita e alla sua dignità, per testimoniare che un clima diverso è possibile».

DIALOGO 

I sindaci sono pronti ad aprire una nuova fase improntata sul dialogo: «Siamo i rappresentanti di tutti e non di una parte o di un partito. Rappresentiamo anche chi non ci ha votati o non la vede come noi. E sentiamo su di noi la responsabilità di rispettare, ascoltare e rappresentare ogni cittadino. Anche a Belluno siamo abituati così: a lavorare per tutti e non per una parte. Per questo non potevamo non esserci».

TAG
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
No data was found
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su