«Permettete migliaia di Ultras a San Siro, mentre la montagna educa con lo sport»

«Permettete migliaia di Ultras a San Siro, mentre la montagna educa con lo sport»

«Caro ministro Speranza, noi professionisti della neve educhiamo con lo sport. Voi ottenete e vi meritate il San Siro di ieri». 

Nel giro di poche ore, è diventato virale un post con il collage di foto e le parole rilanciate dal “mondo in bianco”. E, in particolare, dal tecnico di sci, Alessandro Cremonese. 

Da un lato, l’istantanea di alcuni giovani sciatori, perfettamente distanziati tra la neve. Dall’altro, la poco edificante immagine degli assembramenti al di fuori dello stadio Meazza di Milano, dove si è giocato il derby tra Milan e Inter. 

Derby che è andato in scena a porte chiuse, senza la presenza di pubblico: almeno, all’interno dell’impianto. Perché all’esterno gli Ultras di entrambe le fazioni si sono presentati in massa: 2, 3mila persone, tra cori, bandiere, striscioni e mascherine abbassate. Mentre la montagna non può aprire le piste da sci, le tifoserie si radunano come se nulla fosse. 

Nell’epoca della pandemia, in quarantena non vanno solo i soggetti positivi al virus. Ci va anche il buon senso.

TAG
sci
CONDIVIDI
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su