Pallavolo Belluno pronta per i sogni di gloria. Abattuto Trebaseleghe, playoff a un passo

Pallavolo Belluno pronta per i sogni di gloria. Abattuto Trebaseleghe, playoff a un passo

BELLUNO-TREBASELEGHE 3-0

PARZIALI: 25-23, 26-24, 30-28.

DA ROLD LOGISTICS BELLUNO: Colussi 1, Boz 14, Candeago 10, Foroni 13, Piazzetta 9, Paganin 8; Schiano (L), Della Vecchia, Gasperin, Collalto. Non entrati: Zanolli, Martinez, Burigo, Gallina. Allenatore: D. Poletto.

SILVOLLEY TREBASELEGHE: Libralesso 4, Bosetti 3, Durigon 14, Monetti 11, Fiscon 13, Zanatta 3; Bernuzzi (L), Esposito 1. Non entrati: Santinon, Pizzolotto, Mason (L). Allenatore: M. Di Pietro.

NOTE. Belluno: battute sbagliate 13, vincenti 3, muri 6. Trebaseleghe: b.s. 11, v. 3, m. 6.

Partita epica, successo mitico. Il Belluno va che è una meraviglia. Chiedere al Trebaseleghe, che era salito in riva al Piave con spirito battagliero, ma è costretto a tornare a casa con le pive nel sacco. Non senza combattere, certo. Lo provano i parziali dei tre set: tiratissimi, punto su punto. Ma la “brigata terribile” di Diego Poletto riesce sempre a buttare il cuore oltre l’ostacolo. Anzi, oltre la rete. Adesso, il Silvolley è agganciato al quarto posto. A quota 23 si può sognare in grande, anche perché i playoff sono distanti solo due punti.

LA CRONACA L’avvio tutto grinta dei padroni di casa lascia di stucco i padovani. Il gap però non si allarga e alla fine il Trebaseleghe riesce sempre a ricucire lo strappo. Non riesce però ad avere la meglio nello sprint finale. I ruoli si invertono completamente nel secondo set, con il Belluno costretto a inseguire. Il terzo set? Poesia pura. Chi ama la pallavolo non può non essere impazzito di fronte al braccio di ferro andato in scena al De Mas. Candeago, Boz, Foroni e compagni possono esultare. E Poletto può davvero essere soddisfatto.

IL COMMENTO «Il secondo set è stato la spinta giusta. Non solo per questa gara, ma anche per il futuro – analizza il coach bellunese -. Siamo riusciti a stare in partita e a ricucire lo strappo. Si sta consolidando la nostra consapevolezza, grazie al lavoro fatto. In certi momenti della gara è fondamentale avere tranquillità nei propri mezzi. Ecco, noi oggi ce l’abbiamo avuta». In effetti, il Belluno ha chiuso in rimonta anche il terzo set. «È un bel segnale – continua Poletto -. Il Trebaseleghe è la squadra più forte del girone nelle palle pipe, ma noi non ci siamo mai fatti trovare impreparati. Poi, abbiamo avuto un pubblico super che è stato l’uomo in più in campo. La prossima sfida? Difficilissima: c’è il Treviso».

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su