Auronzo

Fine del lockdown anche per la strada delle Tre Cime di Lavaredo. Il Comune di Auronzo alza la sbarra a partire da oggi (sabato 16 maggio). Vista anche la possibilità di spostamenti “liberi” all’interno della regione, i tornanti che salgono fino al Rifugio Auronzo saranno presi d’assalto nelle prossime settimane: c’è da scommetterci.

Intanto, negli ultimi giorni l’assalto è stato quello degli operai e dei mezzi comunali, attivi per sgomberare la carreggiata dalla neve e consentire così l’accesso alle auto. Salvo avverse condizioni meteorologiche stagionali la strada rimarrà aperta fino al 15 novembre.

«L’apertura anticipata di 15 giorni rispetto al 2019 rappresenta un segnale importante per la ripresa dell’economia turistica della val D’Ansiei, oltre che per la provincia di Belluno, che ha come fulcro le montagne simbolo delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità - commenta il sindaco di Auronzo, Tatiana Pais Becher -. Quest’anno l’emergenza Covid 19 ci presenta una situazione del tutto inusuale, visto che la strada potrà contare solamente sul bacino di utenza veneto e forse nazionale. In ogni caso, siamo ottimisti, perché Auronzo e Misurina possono contare su ampi spazi, su ben tre laghi, sul comprensorio del Monte Agudo con il fun-bob, su numerosi sentieri, rifugi e malghe, perfettamente adatti a trascorrere una vacanza all’insegna della natura e del distanziamento previsto dalle nuove norme per prevenire il contagio. Inoltre Auronzo conta nel suo territorio ben 3mila seconde case, più del doppio rispetto a quelle dei residenti, un bacino di utenti prevalentemente veneto, ma proveniente anche dalle regioni limitrofe».

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019