Alemagna di nuovo in tilt: code da Tai a Pian di Vedoia

Alemagna di nuovo in tilt: code da Tai a Pian di Vedoia

Qualcuno è rimasto in coda due ore. A qualcun altro è andata peggio: 40 chilometri in due ore e mezza. Niente di nuovo sotto il sole: è la Statale di Alemagna il 5 gennaio. Normale traffico da rientro dopo le vacanze natalizie. Vale a dire, bollino nero.

Che sia mancata la partenza intelligente? No: è la strada per Cortina che non è più intelligente. È rimasta tale e quale a quella di sessant’anni fa. Il traffico, nel frattempo, è cambiato. E anche la mole di auto non è più la stessa. Una vecchietta (perché la Statale 51 questo è) non ha più le stesse forze di quando era giovane. Tutto qui.

Solo che stasera, il tutto qui è difficile da capire per chi si è fatto ore in colonna. Attorno alle 19, la coda partiva dal bivio di Tai di Cadore e arriva fino all’ingresso della A27, a Pian di Vedoia. Una trentina di chilometri occupati da un unico serpentone di auto, lento, a passo d’uomo. Con lo smog annesso e connesso.

In difficoltà anche la strada vecchia, perché molti automobilisti uscivano a Rivalgo pensando di bypassare la colonna. Più su, rallentamenti soliti tra Cortina e San Vito.

E domani (6 gennaio) il copione potrebbe essere lo stesso, con l’ultimo traffico da rientro. In attesa delle domeniche ordinarie di sci. E dei week-end estivi. 

Intanto si fa strada (è proprio il caso di dirlo) l’ipotesi del treno. Non più tre tracciati (Valboite, Val d’Ansiei e percorso misto), ma quattro, con la proposta di salire il Cordevole da Sedico, arrivare fino a Caprile per poi passare in tunnel sotto il Giau e sbucare a Cortina. Mezzo di trasporto o mezzo di distrazione di massa? Ai posteri l’ardua sentenza. Ma anche a chi rimane bloccato nel traffico da rientro.

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su