Ulss, crescono i ragazzi autistici. Ma anche gli affidi familiari

Ulss, crescono i ragazzi autistici. Ma anche gli affidi familiari

Una cattiva e una buona notizia nel 2019 del dipartimento di Feltre dell’Ulss 1 Dolomiti. Aumentano i bambini autistici e con disturbo generalizzato dello sviluppo. Lo confermano i numeri del dipartimento Età evolutiva di Feltre. In particolare, sono 18 i bambini in cura con diagnosi dello spettro autistico, mentre per altri 12 c’è la diagnosi di “disturbo generalizzato dello sviluppo”, con un’equipe specialistica che effettua trattamenti ad hoc. «La complessità della casistica ha fatto emergere la necessità di un lavoro di rete, che per l’anno 2019 si è declinato attraverso due azioni mirate, la prima rivolta alla cittadinanza e la seconda agli “addetti ai lavori”», spiega la responsabile dell’Età evolutiva di Feltre Mara Frare «le diagnosi sono in aumento, in linea con il dato regionale anch’esso in crescita». A maggio, grazie al lavoro congiunto tra le equipe dell’età evolutiva di Feltre e Belluno, dell’area disabilità e del dipartimento di salute mentale, si è arrivati alla stesura del Protocollo diagnostico terapeutico assistenziale (Pdta), che definisce il percorso diagnostico e la progettualità riabilitativa attenta anche alla fase di crescita verso l’età adulta, il momento più critico.

Per informazioni, è possibile contattare il Servizio Età Evolutiva al num.ero 0439 883160 o etaevolutiva.fe@aulss1.veneto.it

Crescono però gli affidi. E questa è la buona notizia. Negli ultimi anni continua il trend positivo nel numero di famiglie affidatarie. Dai 15 minori in affido del 2014 si è passati nel 2018 a 33 minori in affido, dato poi confermato nel 2019. Significativo il passaggio da 4 a 17 minori in affidamento etero – familiare, ovvero collocati fuori della propria famiglia. Numeri significativi frutto del grande lavoro di promozione. “La marcia in più – ricordano Mara Frare e Silvia Stefani del Centro per l’età educativa di Feltre – è stata il lavoro di rete che si è costruito con con associazioni, Comuni, scuole, biblioteche, a dimostrazione di un territorio sensibile e disponibile a prendersi cura di chi si trova in difficoltà, come è da sempre la Provincia di Belluno. Si è cominciato in primavera, nella prima settimana di aprile, quando in diverse realtà di tutta la Provincia si è potuto parlare a grandi e piccini, attraverso incontri e letture animate, di questa importante risorsa”. Non sono mancati momenti giocosi, come la “Color fun” che lo scorso 14 settembre ha colorato Feltre grazie alla partecipazione di oltre 450 persone. Alla conclusione della marcia, in Pra del Moro, ci sono stati giochi, letture, animazioni per grandi e piccini. Organizzati anche due corsi di formazione/informazioni sull’affido familiare, uno a Belluno in primavera e uno a Feltre in autunno, a cura degli operatori del Centro. In più quest’anno si è tenuto un corso per operatori dei servizi socio-sanitari della durata di 8 ore. Tutte queste inziative hanno lo scopo di ampliare la possibilità per bambini che si trovano a vivere situazioni familiari difficilissime di trovare serenità in una famiglia del territorio, mantenendo i rapporti con la propria famiglia con i propri cari e senza sradicamenti fuori Provincia”.

Per chi fosse incuriosito da queste iniziative, può contattare gli operatori del Centro per l’Affido Familiare dell’Azienda ULSS 1 Dolomiti, in qualsiasi periodo dell’anno, allo 0437514975 (Belluno)oppure agli indirizzi mail centroaffido.bl@aulss1.veneto.it o centroaffido.fe@aulss1.veneto.it . Seguite anche la pagina facebook “Se mi Fido, mi Affido”

© Copyright – I testi pubblicati dalla redazione su newsinquota.it, ove non indicato diversamente, sono di proprietà della redazione del giornale e non è consentita in alcun modo la ripubblicazione e ridistribuzione se non autorizzata dal Direttore Responsabile.

TAG
CONDIVIDI
Articoli correlati
© 2021 NIQ Multimedia s.r.l.s. – C.F. e P.IVA: 01233140258
Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019
Made by Larin
Torna su