Pieve di Cadore

Seicento anni fa il Cadore entrava nell’orbita veneziana. Oggi si proietta in un calendario fitto di appuntamenti tra storia, arte e natura. Un ricco programma di eventi per celebrare i sei secoli della dedizione alla Serenissima. Titolo: “Alla scoperta del Cadore”, iniziativa promossa dalla Magnifica Comunità e inserita nel progetto “Itinerari in rete: per lo sviluppo di un turismo culturale”. In parole povere, un’estate ricca di cultura, eventi, laboratori e visite.

Si comincia subito, domenica prossima (28 giugno). L’appuntamento inaugurale è la passeggiata storico - archeologica “Sulle tracce di Bartolomeo d’Alviano”, condotta dall’archeologo Gian Galeazzi. Sarà una vera e propria “passeggiata nella storia”, per ripercorrere tappe ed episodi della celebre battaglia di Cadore che si consumò nei pressi di Pieve nel 1508 e vide fronteggiarsi le armate veneziane comandate da Bartolomeo D’Alviano e quelle tedesche guidate da Sisto Von Trautson. Ritrovo alle 9 alla fontana alta della borgata Costa a Valle di Cadore; si percorrerà un tratto della via Regia e si visiteranno alcuni luoghi significativi della riconquista del Cadore di Bartolomeo d’Alviano. Verrà raggiunta la località della battaglia, Rusecco, e in conclusione il punto sul Monte Ricco dove sorgeva l’antico castello di Pieve. 

Il programma “Alla scoperta del Cadore” proseguirà in luglio: sabato 18 alle 11 con l’inaugurazione in sala Cos.Mo dell’attesa mostra dossier “Venezia in Cadore. 1420-2020 la Dedizione del Cadore alla Serenissima e un quadro di Cesare Vecellio”, allestita alla Casa natale di Tiziano Vecellio, evento principale delle celebrazioni dei 600 anni della dedizione del Cadore a Venezia.

A seguire non mancheranno laboratori pratici, visite animate, eventi musicali, appuntamenti di approfondimento. «È con particolare piacere che la Magnifica Comunità di Cadore, in collaborazione con molte istituzioni comunali e culturali cadorine è riuscita a definire un programma di eventi legato alla riscoperta dei nostri straordinari luoghi – dichiara Renzo Bortolot, presidente della Magnifica Comunità -. Abbiamo maturato la necessità di realizzarli perlopiù all’aperto, trasformando un’esigenza dettata da normative nazionali in un’opportunità di scoperta del Cadore».

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019