Sagra nonostante tutto: Cusighe mette in calendario l'edizione 24 e mezzo

 

Sagra anti-Covid: Cusighe ce la fa. I volontari che da anni mettono in piedi cucina, musica e tutta la festa sono riusciti a gettare il cuore oltre l’ostacolo. E ad agosto celebreranno l’edizione numero 24 e mezzo. Sì, la sagra di Cusighe è dimezzata rispetto al solito, ma non è stato possibile fare altrimenti. Vorrà dire che l’anno prossimo ci sarà un’edizione e mezza, con più festa per recuperare il terreno perduto.

«Grazie all’impegno di tutto il gruppo Nsa - New Stella Alpina - anche quest’anno siamo riusciti a organizzare la nostra festa - fanno sapere gli organizzatori -. Vi aspettiamo domenica 2 agosto al campo sportivo di Cusighe per il pranzo (solo su prenotazione) e dalle 17 si balla con l’ aperitivo con dj Gabriele Gentile».

Il menù prevede spiedo gigante, con possibilità di asporto. Per prenotare la propria razione basta mandare un messaggio al 3476997600, indicando cognome e numero di persone. 

 

Musica e gioco: lezioni per i bambini, offre la Filarmonica

Musica giocando. O giochi musicando. Il risultato non cambia. Perché a essere protagonista è sempre la musica. Quella della Filarmonica Belluno 1867, che già durante il lockdown era riuscita a non fermare la propria attività. E che adesso riprende slancio con un progetto a misura di bambini.

Si chiama “Giochi in musica” e l’obiettivo è quello di avvicinare i più piccoli al mondo delle note, degli strumenti e della melodia. Ovviamente, non con spartiti, solfeggio e regole. Ma con un approccio ludico. Le lezioni sono gratuite e aperte ai bambini dai 4 ai 7 anni; prevedono quattro incontri tra luglio e agosto. Ma siccome la Filarmonica si fa in quattro, gli incontri arrivano anche a Limana e diventano otto.

Si comincia il 21 luglio, a Belluno, nel parco delle Gabelli; si prosegue il 22 a Limana, al Parco di Sampoi. In entrambi i casi, dalle 17 alle 18. Le altre date sono 28 e 29 luglio, rispettivamente Belluno e Limana, 4 e 5 agosto, 11 e 12 agosto. Per informazioni e prenotazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (telefono 3469764584).

 

Sold out le visite guidate a Belluno: si pensa già alle prossime date

Belluno piace. Tanto. Tantissimo. E non solo ai turisti. Piace anche ai bellunesi che vogliono scoprire aspetti nascosti e aneddoti poco noti della loro città. Ne sa qualcosa la guida turistica Marta Azzalini, che ha intrattenuto migliaia di persone durante il lockdown, con racconti entusiasmanti alla scoperta (via Facebook) del centro storico. E che adesso ha messo in calendario tre passeggiate tra vie e piazze per ammirare qualche particolare di Belluno. La prima è in programma per oggi, alla ricerca delle chiese scomparse. Seconda tappa sabato 11, in visita a quel che resta di castelli, mura e torri. Ultima tappa sabato 18, per un giro tra le fontane del centro.

Ebbene, tutte le visite sono sold out: bruciate in pochissimi giorni. E le richieste piovono come un temporale di luglio. Ma Marta Azzalini ha già in mente un nuovo tour cittadino. E lo proporrà a breve. Evidentemente Belluno piace.

 

Il volontariato nel lockdown: bandi regionali per quasi 5 milioni

 

Dalla Regione Veneto quasi 5 milioni di euro per il volontariato coinvolto nell'emergenza sanitaria. Ne sono interessati anche gli enti del terzo settore bellunesi. Per questo, il Csv Belluno invita gli a porre attenzione ai due bandi regionali per i progetti di solidarietà anti-pandemia, pubblicati martedì sul Bur. 

«Sono coinvolte anche le oltre 200 organizzazioni di volontariato e le circa 80 associazioni di promozione sociale del territorio provinciale, iscritte ai registri regionali o nazionali, e i bandi aprono anche a progetti in forma di partenariato» spiega il direttore del Csv Belluno Nevio Meneguz. 

La Regione ha riconosciuto ufficialmente la collaborazione con i Centri di servizio per il volontariato e, visti il loro coinvolgimento nella fase di emergenza sanitaria e la dimensione di “prossimità”, ha avviato una collaborazione, in modo da conoscere quali attività sono state poste promosse dalle associazioni del territorio durante la pandemia.

«In fase di lockdown - aggiunge Meneguz - abbiamo avuto modo di sentire telefonicamente tutte le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale bellunesi e abbiamo riscontrato che molte sono quelle che, dopo un temporaneo blocco iniziale, hanno riprogrammato le proprie attività al fine di potenziare i servizi a favore della comunità in risposta all’emergenza. I bandi regionali accolgono iniziative e progetti che saranno sostenuti da contributi pubblici fino al 70-80 per cento della spesa sostenuta, quindi invitiamo le associazioni a presentare le apposite domande, garantendo come Centro il consueto supporto». 

Per informazioni, contattare Nicola De Toffol: dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 12 (0437-950374, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

 

Maria Chiara Santin è la nuova presidente del Rotary Club Belluno

 

«Intendo porre una particolare attenzione alla scuola per favorire nuove opportunità e rimuovere ostacoli nell’accesso all’istruzione. Mi auguro che in questo “tempo di disorientamento” il Club si metta ancor più al servizio della comunità, orientandone le scelte grazie ai saperi dei professionisti che ne fanno parte». Sono le parole di Maria Chiara Santin: le prime pronunciate da nuova presidente del Rotary Club Belluno.

Santin succede a Felice Gaiardo: «Il mio pensiero va ai numerosi service che sono stati avviati in questa annata - afferma proprio Gaiardo - e che tanta soddisfazione hanno dato al nostro Club, così come quelli già avviati nelle annate precedenti e in fase di svolgimento. La mole di lavoro prodotta è merito di un gruppo di persone che, oltre a condividere un importante spirito di amicizia, si è impegnato in attività non sempre compatibili con quelle lavorative».

Lo stesso gruppo ora è pronto a sostenere pure la neo presidente: «Conto sull’agire delle Commissioni e sul sostegno e la guida del Consiglio - ha evidenziato Santin -; sono consapevole del grande valore del nostro Club e degli importanti risultati raggiunti nell’anno di Felice, e da Felice. E so che prima di tutto devo impegnarmi per capitalizzarli».

 

Quattro tappe per un luglio di solidarietà: parte "Dona 1 Sorriso on the road"

 

La macchina solidaristica di “Dona 1 Sorriso” scalda i motori. Ed è pronta a raggiungere vari angoli della provincia: tutti i sabati di luglio, dalle ore 8 alle 13, sarà presente uno stand, in cui i volontari metteranno in vendita le magliette e i biglietti della lotteria. 

Il ricavato di quest’anno sfocerà in un aiuto concreto a tre bambini e alle loro famiglie: Tommaso (di 2 anni), Emily e Francesco (di 3). 

Insomma, si parte. Ogni sabato (4, 11, 18 e 25) gli amici di “Dona 1 Sorriso” saranno a Bolago (zona Bar) e in piazza dei Martiri, a Belluno. Ma, alle due postazioni fisse, si aggiungeranno pure la piazza di Agordo (4 luglio) e quella di Sedico (11), oltre a Cavarzano (zona Blu Bar, il 18) e al condominio Monte Bianco di Ponte nelle Alpi (il 25). 

Proprio sabato 25 (ore 17), a Pian dei Castaldi, ci sarà spazio per l’estrazione dei biglietti della lotteria, ma anche per una piccola festa, da vivere rigorosamente col sorriso. E nel pieno rispetto delle misure anti-contagio, dopo lo scoppio della pandemia da Covid-19. 

Si chiude poi venerdì 31 con la consegna delle donazioni, sempre a Pian dei Castaldi. 

“Dona 1 Sorriso on the road” è ai nastri di partenza. E la prima di quattro tappe è ormai all’orizzonte: «Sarà anche un’edizione insolita - rivelano gli organizzatori - ma il viaggio solidaristico è il modo più efficace per dimostrare che siamo sempre vicini a chi ha bisogno di aiuto. E che il virus non ha fiaccato la nostra volontà di donare un sorriso. Anzi, l’ha rafforzata». 

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019