Arte sulla neve: anche Franco Murer ai campionati italiani di fondo a Falcade

 

Anche l'arte scende in pista ai campionati italiani di sci di fondo Giovani: l'appuntamento è promosso dallo lo Sci club Val Biois e andrà in scena a Falcade sabato 22 e domenica 23 febbraio. 

Il sodalizio presieduto da Matteo Cagnati, infatti, ha coinvolto nella rassegna tricolore Franco Murer: un'opera del pittore e scultore verrà data in omaggio ai comitati regionali che saranno protagonisti del fine settimana nella località dolomitica.

«Si tratta di un’incisione colorata a mano, dimensioni 30x40 - spiega  Murer -. Vuole essere un tributo ai tanti fondisti che hanno dato lustro a Falcade e alla Valle del Biois con le loro partecipazione a Mondiali e Olimpiadi, ma è anche un'opera che celebra la vicinanza tra le generazioni, tra i vecchi e i nuovi atleti. A fare da sfondo non potevano non esserci le nostre belle montagne, nello specifico le cime del Focobon». 

«Questi campionati italiani di fondo, unitamente alla Coppa Italia delle categorie Seniores, saranno un evento sportivo di altissimo profilo e un’occasione per valorizzazione il nostro bel territorio - afferma Matteo Cagnati, presidente dello Sci club Val Biois -. Vogliamo valorizzarlo anche attraverso l'arte e per questo ci siamo affidati a un artista del calibro di Franco Murer».

Le gare si svolgeranno sulla pista Pietro Scola: sabato 22, spazio alle sprint in tecnica classica, domenica 23 alle prove distance, sempre in tecnica classica, sulle distanze di 5, 10 e 15 chilometri. Per approfondimenti, clicca qui e qui

 

Musica sinfonica e scultura: una serata all'insegna dell'arte nel ricordo di Dante Moro

Musica, scultura, arte. A 360 gradi. O meglio, a Falcade, dove venerdì 3 gennaio andrà in scena un concerto sinfonico con l’orchestra Dolomiti Symphonia. Il maestro Delio Cassetta alla direzione, Silvia Tessari al pianoforte.

Protagonisti della serata (alle 21 nella chiesa parrocchiale) saranno i brani del romanticismo europeo, che prenderanno forma sotto e i fiati esperti di timpani, flauti, oboi, clarinetti, trombe, fagotti, archi e pianoforte. Ma prenderanno forma anche nella scultura su legno. Durante la serata falcadina, infatti, ci sarà spazio anche per la premiazione della terza edizione del concorso internazionale di composizione Dante Moro, nato tre anni fa da un’idea della pianista Silvia Tessari per trovare un punto di congiunzione tra nuova musica sinfonica e scultura; l’idea è di raccontare grazie al linguaggio della composizione quello che si prova davanti al legno dell’opera d’arte di Moro.

Ma ci sarà anche una sorpresa. Quest’anno il noto attore Stefano Fregni interpreterà alcuni brevi monologhi scritti da lui, per aprire un ulteriore punto di vista sull’arte.

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019