Ventiquattromila euro dal 5 per mille: Eva Alpago cambia le divise

 

Il 5 per mille, relativo all’anno 2018, porta nelle casse di Eva Alpago ben 24mila euro.

E il presidente Gervasio De Col non nasconde la sua emozione: «Voglio porgere un sentito ringraziamento a nome mio e di tutti i volontari ai cittadini dell’Alpago e a coloro che, pur non essendo del territorio, hanno voluto dare un segno tangibile di riconoscenza per il lavoro che la nostra associazione svolge quotidianamente».

Il contributo verrà utilizzato per sostituire le attuali divise. Le stesse che, oltre a essere usurate, sono realizzate in un tessuto non più in linea con la normativa oggi in vigore. «Dal primo giorno di novembre - prosegue De Col - i nostri cittadini ci vedranno vestiti con un nuovo abbigliamento che garantisce una maggiore protezione per noi volontari e rappresenta un’assoluta garanzia per i pazienti». 

Il ringraziamento di Eva Alpago abbraccia poi le amministrazioni del territorio: «In varia forma ci sostengono e ci incitano a proseguire il nostro servizio; a loro chiediamo uno sforzo per risolvere il problema della sede perché avremmo bisogno di un intervento per creare una sala spogliatoio per i volontari. I quali, soprattutto in questo periodo di pandemia, hanno la necessità di vestirsi in un apposito ambiente sanificato». 

Infine, la Asl 1 Dolomiti: «Con grande professionalità ci sostiene, ci forma e ci aiuta affinché il nostro lavoro possa svolgersi nelle migliori condizioni possibili. Credo che l’immagine della nostra associazione - conclude De Col - sia una garanzia per i nostri cittadini e, nel contempo, costituisca anche un forte richiamo per chi vuole avvicinarsi al nostro mondo».

 

Scuola di musica in Alpago: si riparte nel segno delle novità

 

Riapre i battenti la Scuola di musica in Alpago. A Santa Croce del Lago, l’Associazione Voice Care Music & Art è pronta a dare il “la” alla stagione 2020-2021. E lo farà nel segno delle novità.

Da quest’anno, infatti, sarà possibile scoprire il magico mondo delle percussioni grazie a Stefano Baroni: “Body Music - Drum Circle” è il titolo di un corso da cui si imparerà a utilizzare il proprio corpo come uno strumento. E a entrare in connessione con i componenti di un gruppo, in cerchio, attraverso il ritmo. «Il corso avrà cadenza mensile - spiega la responsabile Jessica Da Re - e la presenza del docente umbro rappresenta un’autentica garanzia».

A proposito di novità, c’è spazio pure per il corso di recitazione “E se fossi…?” e di lettura espressiva “Voglio parlare…”: «Abbiamo deciso di aprire una sezione legata all’uso della voce attoriale, dal teatro al cinema, e dei micro-moduli teatrali in cui si lavorerà su personaggi storici o famosi. In questo modo, intendiamo stimolare la sfera educativa e culturale».

Si amplia il ventaglio dei corsi? E pure il team dell’Associazione Voice Care Music & Art, con gli ingressi della regista e attrice Anna Olivier e della cantante Giorgia Canton.

A proposito dei corsi, non manca l’offerta tradizionale: canto moderno e pianoforte dal pop al jazz, pianoforte classico, chitarra classica e moderna, violino, batteria, percussioni, sax, fisarmonica e musica d’insieme.

Professionisti e operatori, infine, potranno cimentarsi nella scrittura di canzoni, vocal coaching e Masterclass. «Non mancherà poi l’opportunità di organizzare dei seminari - conclude Jessica Da Re - spalmati su più giorni, con tanto di vitto e alloggio nella struttura Villa al Lago».

Per ulteriori informazioni, è possibile inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonare al 338.5230255.

 

Ricettario online: ecco i piatti gourmet con l'agnello dell'Alpago

Sua maestà l’agnello. Dell’Alpago, ovviamente. Incoronato in ricette da chef stellati e ben disposto sul trono… ops, sul piatto. Proprio così: sabato scorso il progetto “Sheep al.l. chain” ha organizzato sul lago di Santa Croce due lezioni di cucina per scoprire la carne dell’agnello presidio slow food. Un’occasione per riproporre l’ingrediente alpagoto nella cucina casalinga in modo accattivante e coinvolgente, sia con tagli più pregiati come il cosciotto o le costine, sia con tagli meno usati e scartati come la coratella.

A tenere le lezioni sono state Angela Schiavina e Licia Dentesano Delser dell’Associazione insegnanti di cucina italiana (Aici), che in modo professionale e attento hanno spiegato passo dopo passo le ricette. Dalle polpettine di pecora con due salse alla coratella con le uova e crostini neri. Dalle costolette di agnello allo zafferano ai tortelli di erbe con ragù, passando per l’agnello alle albicocche secche.

Tutte ricette che si possono trovare tra le proposte gastronomiche realizzate dalle due insegnanti sul sito del progetto “Sheep al.l chain”, che punta a valorizzare le razze ovine autoctone (www.sheepallchain.it).

 

Promozione del territorio: educational di 4 giorni per giornalisti nazionali

 

Cinque giorni e quattro notti per scoprire le meraviglie dell’Alpago, della Valbelluna e, in generale, del territorio.

O meglio, per farle scoprire. A chi? A un gruppo di giornalisti che collaborano per giornali, riviste e organi di settore di respiro nazionale. È l’educational promosso dal Consorzio Alpago-Cansiglio e Dmo. «L’obiettivo - spiega Cristiano Gaggion, guida del Consorzio - è quello di portare alla luce il territorio locale a un target di giornalisti in chiave di promozione turistica, ambientale, sportiva, culturale e legata alla ricettività. Anche per fare in modo che i più importanti siti e le testate di turismo pubblichino nel breve e medio periodo articoli e notizie sull'area Alpago-Cansiglio come cerniera tra le Dolomiti e Venezia». 

Si comincia oggi, alle 12, con l’arrivo dei partecipanti e la visita in Cansiglio: «Le giornate saranno indirizzate alla conoscenza e all'esperienza di tre motivazioni alla vacanza: ambiente naturale, enogastronomia e cultura. Verranno dunque visitati luoghi di interesse paesaggistico, sportivo e storico, e non verrà raccontato solo l'aspetto noto, ma anche le curiosità, mentre la tavola sarà offerto un panel di prodotti tipici dolomitici. A tutti i partecipanti sarà fornito un kit di comunicazione che comprende il programma, i depliant e altro materiale». 

 

Il nuovo film di Reveane: “La Cassana” in anteprima a Farra d'Alpago

 

“La Cassana” in anteprima: l’ultimo film scritto e diretto dal pontalpino Gianni Reveane sarà proiettato sabato (ore 20.30), nella sala parrocchiale di Farra d’Alpago. 

L’anteprima dello spettacolo cinematografico è una sorta di ringraziamento ai membri dell’Associazione Vecchi mestieri di Farra, che hanno contribuito alla realizzazione del lungometraggio. Le riprese sono state effettuate in varie zone della provincia e, ovviamente, a Casso, mentre le proiezioni saranno riproposte in tutte le località teatro delle riprese. 

Queste anteprime saranno effettuate prima che avvenga la presentazione al pubblico del lungometraggio. Nel cast spiccano alcuni attori bellunesi che hanno già partecipato ad altri lavori di Reveane. 

Il film, dalla durata di 140 minuti, è caratterizzato da brani musicali scritti e diretti da Daniele De Bettin ed eseguiti da musicisti dell’Alpago e del Comelico. 

 

Il corpo come un tamburo: la Body Percussion sbarca in Alpago

 

Un’esperienza per vivere, sperimentare e condividere insieme il ritmo: la propone l’associazione Voice Care Music & Art, facendo leva su un “facilitatore”. Ovvero, su una persona - o meglio, un professionista - che agisce all’interno di un gruppo con lo scopo di aumentare il coinvolgimento e la partecipazione di ogni componente. Tutto questo, Stefano Baroni lo realizza attraverso la musica. 

Baroni, infatti, agisce nel campo del Drum Circle (gruppo di elementi che si riuniscono in cerchio, suonando percussioni e tamburi di vario genere), è esperto di body music e musica circolare, chitarrista, ingegnere. E, negli anni, ha trovato il suo focus nell’improvvisazione libera, che utilizza sia in Italia, sia all’estero in vari ambiti: dalla salute mentale ai contesti aziendali, dalla didattica ai progetti sociali e di inclusione. 

Ha poi collaborato con l’Università di Bologna come docente per il corso di alta formazione in Vocologia artistica. E ha facilitato Drum Circle per due dei più importanti festival italiani: Umbria Jazz (Perugia) e Time in jazz (Berchidda). Senza considerare i seminari nel Regno Unito, in Svezia, Malaysia, Spagna, India. E ora pure in Alpago. 

Sì, perché sabato 5 settembre il “facilitatore” terrà un workshop a Santa Croce del Lago (sede dell’associazione guidata da Jessica Da Re): dalle ore 10 alle 17 in Body percussion (l'arte di produrre dei suoni col corpo). E dalle ore 18 in Drum Circle (primo blocco a pagamento: 45 euro per chi ha la tessera Aics, 50 per gli altri; il secondo gratuito). 

La proposta è rivolta a ragazzi e ragazze dai 12 anni in su, adulti curiosi, insegnanti, educatori, musicoterapisti, animatori, musicisti e non, animatori, attori, danzatrici: insomma, a chiunque abbia voglia di sperimentare un modo diverso di fare musica sul momento, in un ambiente privo di giudizi e preconcetti, familiare e divertente. 

Per informazioni e iscrizioni, sono attivi i numeri 3385230255 e 3483398934, oltre all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. 

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019