Tra sponsor e allenamenti: Buzzi si affaccia alla nuova stagione

 

Riparte lo sport invernale. E riparte pure la stagione di Emanuele Buzzi. 

Tra agosto e settembre, con i compagni della squadra azzurra, “Lele” ha svolto tre sessioni di lavoro a Zermatt: «Sono state tre settimane di grande intensità in Svizzera: abbiamo lavorato su gigante, superG e discesa. Sono davvero contento di quanto abbiamo fatto: il lavoro è stato positivo. È rientrato in gruppo anche Paris e avere un atleta di esperienza e classe come Domme non può essere che un valore aggiunto per tutti noi. Ora ci attendono due settimane di lavoro a secco. Poi torneremo a sciare qualche giorno allo Stelvio». 

Nel frattempo, Buzzi ha siglato un accordo biennale con Targa Telematics: l’azienda attiva nei veicoli connessi e che sviluppa soluzioni digitali per la smart mobility. «I valori di Targa sono i miei e continuare a viaggiare insieme a quest’azienda è per me motivo di grandissima soddisfazione. Credo nei progetti a lungo termine e quello con Targa è partito da lontano: le prossime due stagioni saranno caratterizzate da eventi importanti come i Mondiali di Cortina e le Olimpiadi di Pechino. Affrontarle con Targa sarà stimolante». 

 

Nuova stagione: lo Ski College Veneto di Falcade riparte

 

Lo Ski College Veneto di Falcade al cancelletto di partenza per un’altra stagione agonistica. La struttura bellunese, che ospita una sessantina di studenti-sciatori, provenienti da diverse parti d’Italia, presenterà l’attività dell’inverno 2020-2021, oltre alle squadre (che svolgono attività nei settori dello sci alpino, dello sci di fondo e dello snowboard) e lo staff tecnico nella giornata di sabato 26 settembre.

La presentazione, al PalaFalcade di via Trieste, avrà inizio alle 14.30 e vedrà l’intervento di diversi rappresentanti del mondo sportivo, amministrativo e scolastico. Per quanto riguarda l’ambito scolastico, lo Ski College ha stretto da anni una convenzione con il Follador-De Rossi, istituto che dà la possibilità agli studenti-sciatori di scegliere tra istituto tecnico tecnologico, istituto tecnico economico, liceo scientifico, liceo scientifico sportivo e istituto professionale.

 

Anna Comarella in raduno sullo Stelvio: la segue Fulvio Scola

 

Prove di futuro. Entra nel vivo il lavoro della nazionale azzurra di fondo, in raduno sullo Stelvio. 

Oltre alla nazionale A, ci sono le formazioni Milano-Cortina 2026, con la cortinese delle Fiamme Oro, Anna Comarella. «Nonostante le condizioni climatiche, spesso non favorevoli, stiamo lavorando secondo i programmi, sfruttando al massimo la neve», commenta Fulvio Scola, il tecnico agordino da qualche settimana responsabile della squadra maschile Milano-Cortina 2026.

«Sono contenta di come sta andando il raduno perché solitamente patisco il ghiacciaio - afferma invece Comarella -. Soprattutto in questi due ultimi giorni mi sono sentita particolarmente bene. Sto lavorando molto sulla tecnica dell’alternato e sulla scivolata spinta».

 

Di nuovo in pista lo Ski College di Falcade: «Alziamo l’asticella»

 

«Vogliamo continuare ad alzare l’asticella e far sì che i nostri ragazzi possano raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi: sia nello sci sia nello studio». Così Luca Marchetto alla presentazione, dello Ski College Veneto di Falcade, la struttura che ospita oltre sessanta sciatori-atleti, provenienti da diverse regioni d’Italia e impegnati nello snowboard, nello sci di fondo e nello sci alpino.

«Abbiamo avuto, pur contenuto, un incremento di iscritti e questo non può che farci piacere e renderci ancor più consapevoli della bontà della nostra proposta» ha sottolineato Marchetto. «In ottica futura stiamo lavorando, insieme al comune di Falcade e all’istituzione scolastica, per un ampliamento dell’offerta formativa» ha aggiunto il presidente dello Ski College. 

«Per la stagione 2020-2021, invece, vogliamo confermare gli ottimi risultati che hanno caratterizzato le ultime annate, con l’auspicio che tutto possa svolgersi senza intoppi. Da parte nostra, ogni misura è stata adottata per garantire la sicurezza».

Il positivo connubio tra sport e studio è stato sottolineato pure dal presidente del comitato regionale veneto della Fisi Roberto Bortoluzzi, dal sindaco di Falcade, Michele Costa, e da Claudio Magalini, dirigente scolastico del Follador-De Rossi. 

Diversi sono stati gli atleti premiati per i risultati della scorsa stagione. Per lo sci di fondo un riconoscimento è andato ad Andrea Zorzi, junior azzurro di interesse nazionale, e a Elia Barp, medaglia di bronzo in staffetta alle Olimpiadi giovanili di Losanna, oltre che della Coppa Italia e di diversi titoli italiani della categoria Aspiranti.

Per lo snowboard è stata premiata Isabel Murer, protagonista in Coppa Europa, mentre per lo skiroll Riccardo Munari, atleta entrato nella nazionale juniores. Due i ragazzi dello sci d’erba: Gabriel Bonaldi e Nicolò Pettini, entrambi nel gruppo azzurro osservati. Sei i premiati per lo sci alpino: Gianlorenzo Di Paolo, Aurora Zavatarelli, Alessandro Zanni, Federica Lani e Giovanni Franzoni.

Questa la composizione dello staff tecnico dello Ski College 2020-2021. Fondo: Omar Genuin. Snowboard. Maurizio Rudatis e Boris Del Negro. Alpino: Gianpietro Carli, Roberto Daniele, Simone Manfroi, Roberto Parissenti, Davide Raineri, Mattia Turra, Gilberto Xaiz. Preparatori atletici: Riccardo Marchetti e Davide Raineri. 

Per approfondimenti, www.skicollegeveneto.it

 

Mondiali di Cortina: in caso di cancellazione, garantisce il Governo

 

Un’importante novità per i Mondiali di Cortina. È emersa dal “Decreto Agosto”, approvato dal Consiglio dei ministri. E ha l’obiettivo di tutelare la Fisi: il Governo, infatti, ha deciso di concedere una contro-garanzia alla Federazione italiana sport invernali, in caso di annullamento dell’evento provocato dal Covid-19. 

A darne notizia è il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà.

Grazie alla norma approvata, se l'evento iridato dovesse sfumare, la Fisi potrà quindi chiedere una sorta di paracadute dello Stato, che ha accantonato 1,4 milioni di euro a fronte dei 14 massimi previsti dalla garanzia. «In questo modo - precisa D’Incà - lo Stato contribuisce a sostenere la Federazione e, di conseguenza, anche la Fondazione qualora fosse danneggiata dai mancati introiti del Mondiale».

 

Mondiali di Cortina nel 2022: il Consiglio Fis decide il 1. luglio

 

Il Consiglio Fis (Federazione Internazionale dello Sci) deciderà il primo luglio se accogliere o meno la proposta dell’Italia dello sci alpino: ovvero, far slittare al 2022 i Mondiali di Cortina. 

La volontà è di portare a compimento un grande evento sportivo, nelle migliori condizioni possibili e soprattutto al riparo dalle code della pandemia che sta condizionando l’operatività dello sport, da qualche mese a questa parte. 

La cancellazione delle finali di Coppa del mondo, programmate per lo scorso marzo, ha già causato ingenti danni economici e d’immagine. In più, sono andati persi gli introiti legati ai diritti tv e a quelle partnership che non hanno potuto essere onorate in termini di visibilità. Ecco perché il presidente della Fisi, Flavio Roda, non ha dubbi: «L’auspicio è che si prenda la decisione di rinviare il Mondiale. Sponsor e pubblico si aspettano che Cortina presenti un appuntamento di altissimo livello, sia sotto il punto di vista organizzativo, sia dello spettacolo. Tutto ciò si potrà fare solo nella massima sicurezza sanitaria e potendo testare tutte le nuove infrastrutture e i processi operativi che stanno dietro a un grande evento internazionale. Penso che spostando in avanti il Mondiale sia possibile mettere in atto quanto di meglio la tradizione e l’esperienza italiane sanno fare. E lanciare al meglio la strada verso Milano-Cortina 2026». 

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019