«Chi corre all’aperto e in montagna non è un criminale»: parte la petizione

 

«Non siamo dei criminali se andiamo a correre lungo i sentieri o per i prati, dove non c’è assembramento. Per questo, mi rivolgo al presidente della Provincia, Roberto Padrin: porti la nostra voce in Regione». L’appello arriva dal podista cadorino Mirko Da Vià.  

In tempi di Coronavirus, infatti, gli appassionati della corsa sono sotto scacco. E Da Vià ha deciso di lanciare una petizione sulla piattaforma online change.org: “Liberalizzazione attività motoria in zone scarsamente frequentate”. 

«Il movimento dovrebbe essere incentivato - prosegue il podista - non vietato. Perché la corsa rafforza il sistema immunitario e ha riflessi positivi anche sulla mente». La petizione è partita lunedì scorso e, nell’arco di poche ore, ha già raccolto un migliaio di adesioni: «Un conto è abitare a Milano, dove c’è una densità abitativa di un certo tipo, un conto è vivere in Cadore e, in generale, in provincia di Belluno. Chiediamo, in buona sostanza, di differenziare le regole. Quelle stesse regole che per noi sono diverse in termini di servizi, infrastrutture e trasporti, non vedo perché dovrebbero essere uguali alla Lombardia se si parla di fare una semplice corsetta».

Il rischio, secondo Da Vià, è che misure così restrittive portino a una sorta di caccia alla streghe: «Ormai vengono insultate perfino le persone che corrono a un passo dalla loro casa. Da qui, l’appello: liberalizzate l’attività fisica». 

 

Iscrizioni aperte: la Transcivetta Karpos taglia il traguardo delle 40 edizioni

Quarantesima edizione all’orizzonte per la Transcivetta Karpos: la data da segnare in rosso è quella di domenica 19 luglio. Ma già da domani (mercoledì 15 gennaio) è possibile iscriversi all’evento della corsa in montagna: la gara a coppie si svilupperà sul tracciato di 23 chilometri tra Listolade e i Piani di Pezzè, nel cuore delle Dolomiti bellunesi. 

Andando sul sito ufficiale della manifestazione, www.transcivetta.com, sarà possibile scaricare il modulo che consentirà di perfezionare la propria adesione. Per chi si iscriverà entro il 31 marzo, il costo è fissato in 80 euro a coppia, mentre dal 1. aprile scatterà una maggiorazione: 90 euro. Le iscrizioni si chiuderanno l'1 luglio o, in ogni caso, al raggiungimento delle mille coppie. 

Anche quest’anno si potrà scegliere tra la versione agonistica o non agonistica. Nel primo caso sarà redatta una classifica ufficiale e i concorrenti, al momento dell’iscrizione, dovranno presentare un attestato medico sportivo dedicato all’attività agonistica. In alternativa, la coppia può iscriversi alla manifestazione “non competitiva”: in questo caso avrà diritto a tutti i servizi dell’evento, ad esclusione della presenza nella classifica agonistica. Verrà comunque stilato un documento relativo alla “non competitiva”, in ordine di pettorale, con i tempi rilevati all’arrivo. 

Per tutte le informazioni, www.transcivetta.com

 

Game over per la Cortina Dobbiaco Run: «Ci rivediamo nel 2021»

 

Alza bandiera bianca anche la Cortina Dobbiaco Run: ovvero la tradizionale gara podistica, di 30 chilometri, che corre lungo il vecchio tracciato della ferrovia da Cortina d’Ampezzo a Dobbiaco. In rispetto alle direttive federali, salta l’edizione in programma il 31 maggio: tutto è rimandato al 30 maggio 2021.

«Abbiamo aspettato di capire l’evolversi di questa terribile emergenza sanitaria - ha detto Gianni Poli, coordinatore dell’evento e vincitore della Maratona di New York nel 1986 - per capire quali spazi di manovra ci potessero essere. Ma dopo delibera della Fidal, e soprattutto per un senso civico e di solidarietà, abbiamo deciso di annullare la ventunesima edizione. È una scelta sofferta, ma ritengo sia giusto fermarci in questo momento. Inoltre abbiamo già stabilito la data per la prossima edizione: domenica 30 maggio 2021. Non abbiamo voluto posticipare la gara in autunno per rispetto nei confronti delle altre importanti manifestazioni già inserite del calendario federale».

Infine, i ringraziamenti: «Il mio "grazie" va a tutte le istituzioni e agli sponsor che anche in questo momento ci sono vicini. Ai nostri volontari e alle migliaia di runner rivolgo un grosso “in bocca al lupo”: tenete duro, spero di incontrarvi presto».

 

Pedonate e gare dell'ultimo dell'anno: ecco le proposte

 

Il 2020 si affronta correndo. O passeggiando. Sono ben due le iniziative podistiche in programma per il giorno di San Silvestro. Una a Ponte nelle Alpi, l’altra a Feltre. Per chi vuole fare movimento prima di tuffarsi nel cenone dell’ultimo dell’anno, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Chi vuole cimentarsi in una corsa competitiva, può farlo benissimo. Chi preferisce camminare, non deve far altro che rallentare un po’.

A Feltre, c’è la terza edizione della “Fel31Run”, un circuito cittadino di 5 chilometri con ben tre possibilità: il campionato italiano baristi (riservato a titolari o dipendenti di bar), la gara non competitiva e anche la competizione per chi vuole andare forte. Il percorso è lo stesso per tutti: partenza e arrivo al bar La Torrefazione, itinerario con gpm fino alla parte alta della cittadella, poi discesa, rettilineo di Prà del Moro e strade del centro storico. Lo start sarà dato alle 15.

Stesso orario anche per la “Cori a Cugnan”, pedonata non competitiva di 7 chilometri, con partenza dalla piazza del paese pontalpino. Organizza il comitato frazionale.

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019