I motori rombano tricolore: Nevegal ancora nel Campionato Italiano

Alpe del Nevegal promossa: la cronoscalata targata Tre Cime Promotor sarà valida per il Campionato Italiano Velocità Montagna 2020. Lo ha deciso la giunta sportiva Aci, che ieri ha approvato il nuovo calendario. Il Nevegal, quindi, sarà tra i nove appuntamenti che concorreranno ad assegnare il titolo tricolore della specialità.

Il Civm 2020 inizierà con la 70^ Trento-Bondone, il 26 luglio. Si sposterà quindi a Belluno, nel fine settimana del 9 agosto, per la 46^ Alpe del Nevegal, che dopo le edizioni 2018 e 2019 si conferma nel calendario tricolore per il terzo anno consecutivo. Due settimane più tardi, il 23 agosto, ci sarà la tappa umbra del 55° Trofeo Luigi Fagioli, a Gubbio; il 30 agosto si svolgerà la 58^ Svolte di Popoli. Gli altri appuntamenti sono previsti il 13 settembre per la 59^ Alghero-Scala Piccada; il 4 ottobre per la 43^ Cividale-Castelmonte; il 18 ottobre con la 62^ Monte Erice, a Trapani; il 25 ottobre con la 63^ Salita Monti Iblei, in provincia di Ragusa; chiusura il 15 novembre con la 25^ Luzzi-Sambucina, a Cosenza. 

 

Dolomiti Rally nel secondo weekend di ottobre: ci sarà anche l’edizione storica

 

Di nuovo in pista: il Dolomiti Rally andrà in scena sabato 10 e domenica 11 ottobre con partenza e arrivo ad Agordo. L’ufficialità è arrivata dall’Aci Sport.

Immutata la validità della corsa, organizzata dal Dolomiti Racing Motorsport del presidente Mauro Riva. E valida come seconda e ultima prova della Coppa Rally 4^ zona. Così come non cambia il format della gara, identico a quello della fortunata edizione 2019, che segnò il record di equipaggi iscritti (ben 82). I concorrenti si cimenteranno sui tracciati di tre prove speciali: “Oltach”, “San Tomas” e “Valada”, da affrontare tre volte.

La grande novità, invece, riguarda il via libera alla prima edizione del Dolomiti Rally storico: se il l’edizione 2019 rappresentò un momento solenne, dopo le devastazioni causate al territorio agordino dall’uragano Vaia, non meno rilevante è la conferma della competizione, dopo la pandemia Covid-19. Non lo è per il sodalizio organizzatore di Voltago, né per il motorsport in Agordino e per tutto il territorio.

Quella alle porte sarà una estate di duro lavoro per gli uomini del Dolomiti Racing Motorsport, chiamati a moltiplicare i loro sforzi per proporre una manifestazione di livello, in perfetta linea con il passato. Anche quest’anno sarà data l’opportunità agli equipaggi di effettuare lo shakedown, il test pre-gara utile a verificare assetto e affidabilità dei mezzi, lungo un tratto di strada di 2,650 km, ricavato nel senso di marcia opposto a quello della “Oltach”.

 

Dalla strada al computer: il Rally Bellunese è più veloce del Covid e si corre online

I motori tacciono, rombano i computer. Il Rally Bellunese edizione 2020 si corre online. Praticamente, in smart working. Anzi, smart driving. Grazie all’idea dei ragazzi del team Rallyciak e alla disponibilità della Tre Cime Promotor asd. La gara che doveva andare scena lo scorso fine settimana sarà recuperata così, come un gioco, quantomeno per gli appassionati.

«Gareggiare nei rally online è un hobby che portiamo avanti da tanto - racconta Mattia Collavino, fondatore di Rallyciak -. Vista la situazione, abbiamo pensato di allargare questa opportunità a piloti e pubblico». Così, grazie al grande supporto del creatore del gioco RealRally, un gruppo di tre ragazzi appassionati si è messo al lavoro per ricreare le prove speciali del 35°Rally Bellunese. Et voilà, domani e dopodomani (venerdì 1° maggio e sabato 2) si correrà la prima edizione del Rally Bellunese in versione digitale. Durante l’evento saranno attivi dei canali audio e testo per poter comunicare con lo staff e gli altri concorrenti. Inoltre, verrà redatta una classifica finale che sarà pubblicata sul sito ufficiale del gioco.

Per poter partecipare al virtual Rally Bellunese non saranno richiesti particolari requisiti. Sarà sufficiente registrarsi a RealRally, pagando un’irrisoria quota per l’abbonamento annuale alla piattaforma (per informazione, è possibile contattare Mattia Collavino di Rallyciak all’inidirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al numero +39 3401447523).

 

Cortina partenza e arrivo: dal 23 al 26 luglio scatta la Coppa d'Oro delle Dolomiti

 

Rombano i motori. La Coppa d’Oro delle Dolomiti è pronta a partire, con il fascino e la silhouette delle “vecchie signore”, che sfileranno tra le principali località dolomitiche. 

La gara di regolarità classica patrimonio motoristico italiano, di caratura internazionale, non risentirà dell’emergenza Covid. Dal 23 al 26 luglio porterà nel Bellunese le più belle auto d’epoca del pianeta.

Il programma prevede l’arrivo e l’accredito dei partecipanti giovedì 23 a Cortina. La prima tappa, che partirà nella mattinata di venerdì 24 dalla Perla delle Dolomiti, transiterà da Passo Giau e da Forcella Staulanza, per dirigersi verso Belluno e Feltre; e prevede una sosta per pranzo a Pedavena. Nel pomeriggio la gara proseguirà verso Agordo e, superato il Passo Falzarego, chiuderà la prima giornata a Cortina. Sabato 25 la gara si snoderà attraverso il Passo Tre Croci verso l’Alto Cadore e il Comelico. Dopo una breve sosta a Passo Montecroce Comelico, la carovana raggiungerà l’Alta Pusteria per poi dirigersi verso il Passo Valparola, con arrivo nel pomeriggio a Cortina. Domenica 26 è previsto un breve tour delle bellezze di Cortina e a seguire la premiazione.

 

Rally bellunese virtuale, un successo: 89 partecipanti e migliaia di click

 

Il messinese “GVC”, Giovanni Valerio Casamento, ha vinto la prima edizione virtual del Rally Bellunese. Su Hyundai I20 R4, ha tagliato il traguardo in 44’01”72, precedendo Giuseppe Gaetani, secondo a 18”92, su Skoda Fabia R4. E Luca Nardo, terzo a 1’07”86, su Mitsubushi Lancer Evo IX. 

La gara disputata su piattaforma online RealRally, organizzata dal team di RallyCiak in collaborazione con Tre Cime Promotor asd ed Eta Beta Race, ha riscosso un notevole successo di partecipanti: ben 89, il 75 per cento degli utenti attivi nel gioco. Questo dato ha consigliato gli organizzatori dell’evento di allargare da due a tre giorni la durata della manifestazione. 

Bilancio roseo per Mattia Collavino, responsabile dell’organizzazione: «Siamo soddisfatti del riscontro ottenuto dal virtual Rally Bellunese, seguito da concorrenti che avrebbero dovuto partecipare alla gara reale, ma anche da sei nuovi utenti. Siamo contenti anche perché l’iniziativa, nata quasi come gioco fra amici, grazie al supporto dei media, della Tre Cime Promotor asd e del portale rallylink.it, che è punto di riferimento nel settore rally, ha ottenuto parecchi consensi e apprezzamenti». 

Durante la tre giorni, il team di RallyCiak ha pubblicato sui vari canali Facenook tre video con gli highlight della corsa che hanno ottenuto oltre 4500 visualizzazioni e 10.500 click. Infine, tre aspetti interessanti: nessun concorrente ha infranto il regolamento di gara; molti piloti reali hanno inviato allo staff le livree delle proprie vetture da competizione, affinché venissero riprodotte quanto più fedelmente possibile; gli organizzatori di gare della Coppa Rally 4^ Zona si sono attivati per poter avere, come il Rally Bellunese, la versione digitale della propria manifestazione. 

La classifica completa è consultabile all’indirizzo, www.rallybellunese.com/classifiche-virtualrally/. 

 

Motori spenti: il Dolomiti Rally è rinviato a data da destinarsi

 

Sono rinviate la quinta edizione del Dolomiti Rally e la prima del Dolomiti Rally Storico.

Lo ha comunicato in via ufficiale Mauro Riva, il presidente dell’Asd Dolomiti Racing Motorsport, organizzatrice dell’evento motoristico.

In origine l’appuntamento era fissato il 23 e 24 maggio, ma l’emergenza sanitaria e le disposizioni governative hanno indotto gli organizzatori ad assumere la sofferta decisione: la corsa slitta. Una scelta obbligata, visto che la Asd Dolomiti Racing Motorsport si trova nell’impossibilità di svolgere le molteplici attività che comporta una simile manifestazione. 

La speranza è che il virus molli finalmente la presa. E che i motori tornino a rombare il prima possibile. 

 

  • 1
  • 2

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019