• Home
  • Politica
  • Belluno
  • «Manutenzioni sconosciute»: Paolo Gamba boccia l'inerzia dell'amministrazione
Belluno

 

«Manutenzioni improvvisate: il Comune interviene solo quando i cittadini protestano». La lista di erbacce, degrado, incuria, strade chiuse e transennate è lunghissima. Del resto si sa: la lingua batte dove il dente duole. E il capitolo manutenzioni duole parecchio.

A bacchettare l’amministrazione Massaro è il gruppo “Belluno è di tutti”. Capitolo primo: cimiteri. «A distanza di un anno dalle proteste dei cittadini per lo stato in cui versavano i campisanti, siamo tornati alla stessa situazione - denuncia la consigliera Roberta Olivotto -. Erba alta tra le tombe e abbandono totale».

Poi c’è anche il capitolo secondo. E il terzo. E il quarto. Vale a dire via Sottocastello, frazioni e strade chiuse. Su tutte, via Montegrappa, transennata dal 20 giugno. «A mortificare una città che avrebbe tutte le carte in regola per essere un gioiello di rara bellezza, ci sono l'incuria e i molti interventi grandi e piccoli promessi e mai attuati - rincara la dose Paolo Gamba -. Ricordiamo le tante mancate manutenzioni che lasciano la città punteggiata di transenne arancioni, il parco di Chiesurazza e il marciapiede di via Agordo, promessi dal 2015; via Miari, Villa Bizio Gradenigo, le Gabelli ancora chiuse, il piazzale della Stazione in cui più di un anno fa i lavori dovevano inziare “entro una settimana” a sentire il sindaco; e ancora le rotonde provvisorie di Piazzale Marconi e all'intersezione tra via Feltre e viale dei Dendrofori, all'ingresso della città. L’amministrazione Massaro ogni volta si barrica dietro la mancanza di risorse o scarica le responsabilità che puntualmente vengono attribuite a qualcun altro, che sia la Regione, il privato, la malasorte. In campagna elettorale Massaro aveva promesso di potenziare il ruolo delle frazioni per garantire il presidio del territorio, ma il tutto è rimasto lettera morta».

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019