Tedesco di 71 anni cade in montagna: interviene l’elicottero

 

Ieri mattina, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore è volato al Rifugio Pian de Fontana, nel Longaronese. Dove il giorno prima era arrivato un turista tedesco di 71 anni, caduto durante un’escursione. 

L’uomo ha riportato escoriazioni alla testa e a un braccio. Ed è stato imbarcato e trasportato all'ospedale di Belluno. 

 

Era in detenzione domiciliare e ruba al supermercato: in manette 67enne

 

Era in detenzione domiciliare per condanne relative a reati del passato. 

Ma questo non gli ha impedito di raggiungere un supermercato di Longarone e di rubare dei generi alimentari. Scoperto con le mani nel sacco, il 67enne della zona si è visto revocare la detenzione. E assegnare un ordine di carcerazione. L’intervento, avvenuto nella giornata di sabato, è stato condotto dai Carabinieri di Belluno e di Longarone. 

Nei giorni scorsi, inoltre, è stato rubato il traforino falcia-erba di una società di calcio della provincia: il Fiori Barp. Il valore? 1500 euro, mentre la denuncia è stata raccolta dai Carabinieri di Sedico. 

 

Dall’abete bianco al vasetto: così nasce il miele della Val del Grisol

 

«Se l’ape scomparisse dalla faccia della Terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita». La frase è attribuita ad Albert Einstein, ma coinvolge tutti. 

In particolare chi, le api, ha deciso di tutelarle e valorizzarle. E lo fa ormai da 15 anni: è la longaronese Viviana Mazzucco, titolare dell’Apicoltura Val del Grisol. Dove si produce un miele naturale e di altissima qualità. 

Sì, perché questi insetti impollinatori si posano su piante di abete bianco e di rododentro, erica, timo, tiglio, cardo, fiori di trifoglio, lampone e more. In un ambiente incontaminato, al riparo da qualsiasi fonte di inquinamento, nasce la melata, mentre la raccolta avviene nel raggio di un chilometro.

E gli alveari? Si trovano a Casera Pepin, sul confine del Parco nazionale Dolomiti bellunesi, in un’area in cui riveste una straordinaria importanza l’acqua di numerose sorgenti: acqua di cui le api hanno bisogno. A proposito di api, quella carnica trova la sua perfetta dimensione all’interno di valli chiuse (ed è il caso del Grisol) e si presta alla conservazione della razza, che viene curata con impegno dagli apicoltori locali. 

Insomma, il miele della Val del Grisol è garanzia di autenticità. E bontà. Perché sarà anche una piccola produzione, di nicchia. Ma sconfina nell’eccellenza. Una delle tante di questo luogo e, in generale, della provincia di Belluno. Basta solo saperle scoprirle. E portarle alla luce. 

 

I ragazzi di Certottica progettano l’occhiale post-Covid

 

La pandemia? Può anche essere un’opportunità. Almeno nella sede longaronese di Certottica. Perché, dopo la reclusione forzata, lo staff dell’area formazione ha pensato a come trasformare il momento negativo in un’avvincente sfida per i ragazzi. Così, il docente Lucio Stramare (designer di riconosciuta fama e patron dello studio di design Stile Italiano) ha affidato loro l’arduo compito di realizzare una capsule collection (piccola collezione) ispirata al mondo post-covid. 

Gli allievi, ormai alla fine del biennio e per questo con una preparazione a 360 gradi, sono partiti da schizzi e immagini raffiguranti la loro visione del momento. Poi, passando per il disegno a mano, la trasposizione in illustrator e la realizzazione delle schede tecniche, sono arrivati a creare il 3d e il progetto di cinque modelli di occhiale. 

Oltre a questo, i giovani si sono cimentati nell’ideazione del packaging (con astuccio, pezzuola e gadget), di uno slogan per la campagna di comunicazione e della “colonna sonora” per la presentazione. «La pandemia ci ha messo di fronte a una realtà inconsueta e a nuove occasioni - spiegano da Certottica -. Questi progetti ne sono un esempio e saranno in grado di trasmettere emozioni forti anche ai non addetti ai lavori».

Per scoprire i progetti ideati dai ragazzi, è in programma oggi il webinair “Occhiale e Covid-19: gli allievi interpretano il post pandemia”. L’appuntamento è alle ore 18, all’interno del sito www.certottica.it e in tutti i social dell’istituto.

Chi volesse saperne di più, può telefonare allo 0437-573157 o inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019