Provincia

Le code continuano, ma almeno i lavori proseguono senza intoppi. E nei giorni scorsi il Piano Anas ha messo a segno un colpo importantissimo: Anas ha varato due campate del nuovo ponte tra Castellavazzo e la galleria di Termine. La Alemagna ne guadagnerà in scorrevolezza (anche se non basta l’intervento singolo per sistemare un problema annoso).

Ieri intanto il Piano Anas Cortina 2021 (che ormai dovrà cambiare data) è stato presentato al ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Un vertice tra il presidente Anas Claudio Andrea Gemme e la ministra Paola De Micheli per controllare lo stato di avanzamento dei lavori.

«Questa settimana abbiamo varato le due campate del ponte tra Castellavazzo e Termine - ha spiegato Gemme -. Si tratta di importanti lavori finalizzati al miglioramento della viabilità lungo un tratto particolarmente tortuoso del tracciato esistente, nell'ottica di potenziare gli standard di mobilità dell'arteria». 

L'intervento, condotto grazie all'impiego di gru di grandi dimensioni necessarie per varare le due campate in acciaio corten di circa 30 metri ciascuna, rientra nel progetto di miglioramento prestazionale e funzionale della sede stradale della statale 51 e prevede la rettifica planoaltimetrica con allargamento della sede stradale tramite la costruzione di tre viadotti per un totale di otto campate. Le attività proseguiranno nei prossimi giorni con il varo della terza campata e la realizzazione del pacchetto stradale sull'impalcato.

Per quanto riguarda lo stato di avanzamento complessivo dei 49 interventi di adeguamento e messa in sicurezza della strada statale 51 (valore complessivo di 92,8 milioni), 25 sono stati ultimati, 22 sono in corso e 2 di prossimo avvio. Per quanto concerne gli interventi sulle statali 51 bis e 52 'Carnica', del valore di circa 30 milioni di euro, 21 interventi sono in corso, 1 di prossimo avvio e 3 in fase di progettazione.

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019