Allerta meteo fino a domani pomeriggio: previsti temporali intensi

Allerta gialla: nelle prossime ore pioverà a dirotto. Saranno possibili fenomeni localmente intensi (forti rovesci, grandinate, forti raffiche di vento) e in alcuni casi quantitativi di precipitazione consistenti. Ecco perché il Centro funzionale decentrato della Protezione Civile ha emesso lo stato di attenzione.

Le previsioni meteo parlano chiaro: dal tardo pomeriggio di oggi (lunedì 3 agosto) fino al pomeriggio di domani il maltempo imperverserà sul Bellunese. Tutta colpa di un fronte di aria fredda proveniente dall’Atlantico, che si scontrerà (è proprio il caso di dirlo) con le masse calde ancora presenti sulla provincia dolomitica. 

Qualche goccia di pioggia si è già vista. Ma è dal tardo pomeriggio che Giove pluvio farà sul serio. Arpav non esclude violenti rovesci, temporali localmente forti, con vento e grandinate. Un copione che continuerà pressoché identico anche domani, soprattutto al mattino. Sono previste punte di 100-120 millimetri d’acqua nell’arco di 48 ore. L’unico dato positivo? Le temperature sono in calo. La canicola dei giorni scorsi sarà solo un ricordo. Mercoledì 5 il tempo tornerà bello, ma senza l’afa.

 

Temporali in arrivo: sul Bellunese è di nuovo allerta meteo fino a martedì

Ancora allerta meteo. Due giorni di temperature gradevoli, poi torna la canicola. Ma in mezzo, sono previsti temporali di forte intensità. E il Centro Funzionale Decentrato della Regione Veneto drizza le antenne: allerta gialla, con la possibilità di elevare il livello di attenzione nel caso di fenomeni particolarmente intensi. Tutta colpa di una situazione meteo “esplosiva”. Gran caldo ieri, gran caldo oggi, grazie al consolidamento dell’anticiclone delle Azzorre. Nel primo pomeriggio di oggi però (lunedì 6 luglio) passerà un fronte freddo. E tanto basta per innescare i temporali.

L’Arpav prevede rovesci dal tardo pomeriggio-sera, a partire dai settori dolomitici, in rapida estensione alle Prealpi e alla Valbelluna. Localmente i fenomeni saranno intensi e non si escludono grandinate e raffiche di vento.

In funzione del quadro previsionale, il Centro Funzionale Decentrato ha dichiarato lo stato di attenzione, fino alle 9 di domani (martedì 7 luglio), per criticità idrogeologica, nel caso di forti temporali, per i bacini dell’Alto Piave e del Piave Pedemontano.

Il lato positivo dei temporali? Domani e mercoledì le temperature scenderanno fino a valori gradevoli. Prima di tornare a livelli canicolari da giovedì.

 

Domenica da tregenda: temporali e nuove grandinate in arrivo

Tregua? No di certo. Il meteo si incaponisce sul Bellunese. Quindi, acqua come se piovesse. E grandine. Difficile trovare un inizio di giugno più bagnato e temporalesco per la provincia dolomitica.

Il tempo oggi è in rapido peggioramento. Il sole del mattino lascerà presto spazio alle nuvole. E in serata sono attesi i primi temporali, soprattutto sui settori prealpini. Ma è domani (domenica 7 giugno) che Giove pluvio aprirà le cateratte del cielo. Nuvoloni neri caratterizzeranno la giornata fin da subito. Le prime precipitazioni sparse cominceranno già prima di mezzogiorno. Poi, pioggia persistente, anche di forte intensità. Le previsioni Arpav non escludono temporali violenti, con locali grandinate e raffiche di vento. La speranza è che non succeda nulla di paragonabile all’evento meteo del 2 giugno, che ha scaricato grandine da Sedico a Pedavena. 

La pioggia continuerà anche lunedì e martedì, abbondante ma senza carattere temporalesco. Mercoledì non sono esclusi nuovi rovesci, ma alternati alle schiarite. Le temperature restano fresche per la stagione.

 

Ancora piogge forti: la Protezione Civile dichiara lo stato di attenzione

 

Se non fosse giugno, potrebbe essere novembre. Il livello di umidità è lo stesso. La quantità di pioggia pure. E il “giugnovembre” è destinato a continuare ancora per qualche giorno, con clima monsonico e occhi puntati su fiumi e frane storiche.

Tra stasera e domani mattina sono attese precipitazioni intense, anche forti sui settori prealpini e la Valbelluna (pioggia meno forte, invece, sulle Dolomiti). Nel corso della giornata il tempo migliorerà leggermente. Ma mercoledì (10 giugno) sono attesi nuovi temporali, soprattutto nel pomeriggio. Nell’arco di 48 ore, sono previsti cumuli anche di 100 millimetri d’acqua. Alla luce delle previsioni Arpav, il Centro Funzionale Decentrato della Regione Veneto ha emesso lo stato di attenzione per criticità idrogeologiche. 

 

Giugno senza tregua: temporali forti e stato di attenzione fino a giovedì

Stato di attenzione per temporali. Anche forti. E nuove grandinate. L’avvio di giugno non promette bene. Mezza Valbelluna sta ancora contando i danni della terribile tempesta del 2 giugno, ed ecco all’orizzonte spuntare nuovi acquazzoni pronti a fare disastri. Insomma, nessuna tregua.

Le previsioni Arpav parlano chiaro. Dal tardo pomeriggio di oggi (mercoledì 3 giugno) sono probabili nuovi fenomeni, anche di forte intensità. Non sono escluse grandinate, soprattutto sui settori prealpini. E poi, rovesci anche domani (con quantitativi di pioggia davvero notevoli) e venerdì. Qualche miglioramento è previsto per il week-end, ma sarà un fuoco i paglia: nubi nere, tuoni e fulmini dureranno almeno fino a domenica. 

Il quadro delle previsioni ha messo in allerta anche il Centro Funzionale Decentrato della Regione Veneto. Fino a giovedì è stato dichiarato lo stato di attenzione. Osservate speciali soprattutto le frane storiche e le colate detritiche.

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019