Rocca Pietore

 

Il patrimonio culturale e naturalistico della Marmolada è di tutti. Ma proprio tutti: la Regina delle Dolomiti, già accessibile a ogni tipologia di disabilità, lo diventa anche dal punto di vista digitale. E in occasione dell’evento “Marmolada a portata di bip”, il campione paralimpico Oscar De Pellegrin ha presentato il suo libro e la sua esperienza di vita, diventando portavoce di un nuovo anno che vede "Marmolada - Move To The Top" al centro dell’accessibilità fisica e digitale.
 
Nella stazione funiviaria di Serauta (2950 metri), la medaglia d'oro a Londra 2012 ha svelato la sua biografia “Ho fatto centro” (Infinito Edizioni): «Il libro nasce con l’intento di lanciare un messaggio positivo. Ha lo scopo di abbattere le barriere mentali e culturali. E invita i più giovani a lavorare insieme per una società migliore, come una squadra nello sport». In platea, ad ascoltare Oscar, anche i bambini della scuola primaria di Rocca Pietore, simbolo del futuro.
 
L’evento “Marmolada a portata di bip” è nato per presentare il nuovo sistema digitale “Geochip”, realizzato da Dolomiti Project. Grazie a una semplice app, Geochip permette di accedere direttamente dal proprio smartphone a contenuti informativi utili per conoscere meglio ciò che gli occhi vedono, anche in lingua inglese. Una volta scaricata l’app “Geochip” sul proprio dispositivo, è necessario tenerla aperta e attivare il bluetooth: a ogni punto di attrazione, avvicinandosi all’apposito adesivo, una notifica consentirà di accedere a una guida digitale e facilmente consultabile. Dal Museo Marmolada Grande Guerra 3000 metri, lo spazio museale più alto d’Europa collocato nella stazione funiviaria di Serauta (2950 metri), alla terrazza panoramica di Punta Rocca (3265) che offre una delle viste più spettacolari delle Dolomiti: Geochip spiega ogni punto di interesse, la geologia e l’origine della montagna nonché le vicende della Grande Guerra.

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019