Cade in pista e si frattura una gamba: infortunio sugli sci per un bimbo di Cortina

Incidente in pista: un bambino residente a Cortina cade e si frattura una gamba. Subito soccorso dai carabinieri sciatori e ricoverato all’ospedale.

È successo questa mattina (domenica 19 gennaio) sul comprensorio del Faloria, a Cortina. Il baby sciatore stava affrontando la discesa della pista San Forca, quando è caduto. Forse l’inesperienza, forse una manovra sbagliata con gli sci. Fatto sta che proprio nei pressi del muro della pista, dove la pendenza aumenta, il bambino (6 anni) è caduto malamente.

Sul posto sono intervenuti prontamente i carabinieri sciatori della compagnia di Cortina. Il giovanissimo è stato soccorso e immobilizzato. Poi, è stato portato a valle sulla motoslitta e ricoverato all’ospedale con la frattura della tibia.

 

La Freccia buca il cielo: da domenica si sale con la nuova cabinovia in Tofana

 

Tutto è pronto per la festa. E per salire fra le nuvole: domenica, infatti, è la giornata della storica funivia Tofana - Freccia nel Cielo. O meglio, dell’Open day dedicato alla nuova cabinovia del panorama ampezzano. Nello specifico, il tratto che dalla stazione di partenza conduce a Col Druscié (1778 metri) sarà accessibile gratuitamente. E permetterà agli appassionati della neve di sciare sui tracciati Col Druscié A e B.

In questo senso, la stagione ha presentato un importante cambio di look per il complesso funiviario: il vecchio impianto del primo troncone è stato sostituito da una moderna cabinovia. Collegando la stazione a valle con quella di Col Druscié (1788 metri), la struttura si compone ora di 47 cabine, in grado di trasportare 1800 persone all’ora. Di conseguenza, diminuiscono al massimo i tempi di attesa e vengono assicurati alti standard in termini di qualità, comfort e tecnologia. Dopo il viaggio inaugurale su invito di sabato 11 gennaio, che ufficializzerà l’apertura davanti alle autorità, Tofana - Freccia nel Cielo darà il suo benvenuto anche all’intera comunità per un altro grande passo verso il futuro di Cortina. E delle sue cime. 

Proprio “The future is now” è il titolo di una domenica di festeggiamenti che chiama all’appello appassionati del mondo dello sci alpino, e non solo, in uno dei palcoscenici più attesi dei Mondiali 2021. Da qui, acquistando lo skipass o il biglietto di salita per le altre tratte disponibili, sarà possibile raggiungere anche Ra Valles (2470 metri) e Cima Tofana di Mezzo (3244 metri), lasciandosi conquistare da discese mozzafiato e panorami spettacolari. 

Ai presenti, muniti di coupon oppure registrati sul sito www.freccianelcielo.com/gadget, è riservato inoltre un gadget personalizzato che potrà essere ritirato alla stazione di partenza.

 

Rallentamenti e traffico da rientro: ancora sotto stress la vecchia Alemagna

Code da ordinario rientro. Non c’è giorno, in queste festività, che l’Alemagna non risulti intasata negli orari di punta.

Oggi c’è stato anche un piccolo tamponamento all’altezza di Faè per rallentare il traffico. Ma di certo l’effetto imbuto si crea anche più su, verso Cortina. Un esempio? Alla chiusura delle piste da sci ci è voluta quasi un’ora e mezza per percorrere i pochi chilometri tra Cortina e San Vito. E non è andata certo meglio nel resto della valle del Boite. 

Problemi annosi, certo. E ben noti. Del resto, la strada è una sola e per giunta tortuosa in alcuni punti. Gli stessi punti che conoscono bene gli amministratori locali e che anche Anas non ignora. Tanto da aver costruito un piano ad hoc per i Mondiali di Cortina 2021.

Ecco: a che punto è quel piano? Delle varianti, neanche l’ombra. E tra 13 mesi circa comincia il grande appuntamento iridato. Ovviamente i tempi tecnici non sono sufficienti per realizzare le opere entro il 2021. Saranno sufficienti per arrivare alle Olimpiadi 2026? Perché è ovvio che il traffico natalizio, pur sostenuto, non è lontanamente paragonabile a quello che animerà la vecchia Alemagna durante le gare a cinque cerchi.

Allora sorge una domanda: l’Alemagna è la strada giusta su cui scommettere per i due appuntamenti planetari? 

 

Ricette mediche rubate e falsificate: denunciati due giovani di Cortina

Avevano rubato un blocchetto di ricette mediche e le usavano per autoprescrizioni di oppiacei. Guai per due giovani, denunciati in stato di libertà dai carabinieri del Nucleo Operativo Radio Mobile di Cortina. Dovranno rispondere dei reati di furto e uso di atto falso.

Le indagini del Norm hanno preso avvio dal sospetto di alcuni farmacisti della conca ampezzana. Impossibile non notare la frequenza con cui i due giovani (I.M. 32 anni e F.D.L. 25 anni) si presentavano in farmacia ed esibivano ricette per un forte analgesico a componente oppiacea. Così, è partita la segnalazione ai carabinieri. E dopo alcuni appostamenti nelle principali farmacie, ecco spiegato il mistero.

I carabinieri hanno potuto verificare che i due, in tempi recenti, si erano introdotti negli ambulatori di due medici cortinesi, durante l’orario di chiusura. E qui, agendo indisturbati, si erano impossessati di diverse ricette in bianco, pronte per la stampa delle prescrizioni mediche. Non solo: le ricette erano state completate con vari timbri e compilate, simulando la scrittura dei medici. Quindi, venivano presentate con tutti i crismi al banco del farmacista.

I carabinieri di Cortina hanno esteso l’indagine delle ricette e hanno perquisito alcune abitazioni. Nell’appartamento di M.I (25 anni) e C.B. (35 anni), conviventi in Cadore, hanno trovato 70 grammi di marijuana. La sostanza è stata sequestrata e i due possessori sono stati denunciati per detenzione di stupefacente. 

 

A fuoco la discarica di Acquabona, traffico bloccato

Un incendio alla discarica di Acquabona, nei pressi di Cortina d’Ampezzo, ha impegnato a lungo questo pomeriggio due squadre di vigili del fuoco (7 persone della squadra di Cortina più altrettanti volontari della stazione di San Vito) nelle operazioni di spegnimento. La discarica è attualmente chiusa e così i vigili del fuoco hanno dovuto forzare il cancello di ingresso per poter raggiungere l'accumulo di rifiuti dal quale si è sviluppato l'incendio. Le operazioni di spegnimento, iniziate intorno alle 16, si sono protratte per oltre due ore. Nessuna persona coinvolta, ma lunghe colonne di auto bloccate all’ingresso e all’uscita da Cortina. Ancora sconosciute, al momento, le cause dell'innesco del fuoco

 

Beve troppo e si sente male: 16enne ricoverato in ospedale

Alza il gomito un po’ troppo: giovanissimo ricoverato in ospedale per ubriachezza. Sarà stato il freddo, forse l’inconsapevolezza tipica degli adolescenti. Fatto sta che nella notte tra domenica e lunedì un 16enne della provincia di Roma è stato portato in ospedale per aver bevuto troppo. Il fatto è avvenuto a Cortina, dove il giovane si trova in vacanza. Nella notte, attorno alle 2.30, fuori da una discoteca. Sul posto è intervenuta una ambulanza del 118, e anche una pattuglia dei carabinieri. Da accertare se il giovane era arrivato già brillo, oppure se gli sono state somministrate delle bevande alcoliche all’interno del locale.

 

niq multimedia s.r.l.s.

Via degli Agricoltori, 11
32100 BELLUNO

Codice Fiscale e Partita IVA: 01233140258

Testata registrata al Tribunale di Belluno n.4/2019